Spacciavano cocaina nel quartiere: arrestati un 34enne ed un 24enne

Durante il blitz dei carabinieri, avvenuto a Quinto, è stato anche denunciato un 22enne. Nell'operazione sono stati scoperti 70 grammi di stupefacente e 7.700 euro in contanti

Parte della droga sequestrata

All'alba di venerdì i carabinieri della Compagnia di Treviso hanno eseguito una serie di perquisizioni tra Treviso e Quinto nell'ambito dell'operazione denominata "Mulini". Notevoli le forze schierate: ben 20 carabinieri e un'unità cinofila. L'operazione trae origine dalla segnalazione di alcuni residenti che hanno notato un continuo via vai nella zona dei Mulini di Quinto e da qui il nome dell'operazione.

I militari della Stazione di Zero Branco, competenti per territorio, con un lungo lavoro sono però riusciti a ricostruire le dinamiche dello spaccio nell'area. L'organizzazione era difatti ben rodata: gli spacciatori erano così efficenti da persino dividere le dosi di cocaina in confezioni con etichette colorate che stavano ad indicarne il peso: bianco 0.5 grammi, rosso 0.6 gr. e blu 0.7 gr. Le perquisizioni, richieste dai carabinieri alla Magistratura, hanno quindi permesso di recuperare circa 70 gr. di cocaina da taglio e 7.700 euro in contanti. A peggiorare la situazione, poi, il fatto che parte dello stupefacente fosse già pronto per lo spaccio al dettaglio. Al termine dell'operazione sono stati infine arrestati due nigeriani, E.C.P. di 34 anni e E.J. di 24, mentre è stato denunciato in stato di libertà un terzo ragazzo, U.J. di 22 anni.

«Il messaggio che oggi ci viene dai carabinieri, con l’operazione a Treviso, ci fa capire che la lotta che l’Arma e tutte le forze dell’ordine ingaggiano quotidianamente contro le forze del male è difficile, ma che alla fine la legalità vince - dichiara il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia - Continua ad esserci gente che, forte della diffusione di un buonismo di facciata, continua a delinquere come se il Veneto fosse una terra senza legge e senza regole. Mi congratulo vivamente con l’Arma dei Carabinieri e tutti gli inquirenti per il successo riportato ed esprimo il mio ringraziamento per l’operato quotidiano a garanzia dei cittadini per bene».

3e1ec7f0-da22-48f4-95db-dd2c5f94efe7-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ressa per le scarpe Lidl corsa all'acquisto: esaurite anche a Treviso

  • Cocaina e marijuana in casa, brigadiere dei carabinieri in manette

  • Covid, Zaia: «I dati in Veneto sono buoni, non meritiamo la zona arancione»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Pooh, nuovo disco dopo la morte di D'Orazio: «Le canzoni della nostra storia»

  • Non pagano l'affitto, i proprietari cambiano la serratura e li chiudono fuori

Torna su
TrevisoToday è in caricamento