rotate-mobile

Spaccate a bar e ristoranti del centro, 22enne arrestato dalla squadra mobile

Il presunto ladro è un ragazzo di 22 anni, attualmente in carcere a Verona. È accusato di aver derubato la pasticceria Nascimben, il ristorante Cae de Oro, il Fuoriporta Caffè, l'Hostaria Alloro e il Futura Market

Nella serata di domenica 29 maggio gli agenti della squadra mobile di Treviso hanno sottoposto a fermo di polizia giudiziaria per furto pluriaggravato e continuato il presunto autore di diverse "spaccate" avvenute nelle ultime settimane in centro storico.

Il ladro sarebbe un giovane di 22 anni che avrebbe derubato almeno 5 attività commerciali, soprattutto bar e ristoranti, situati in pieno centro. Il modus operandi era sempre lo stesso: il ladro sfondava le vetrate con dei tombini presi dalla strada. I locali presi di mira e poi depredati, secondo la ricostruzione degli investigatori, sono:

  • La pasticceria "Nascimben"
  • Il ristorante "Cae de Oro"
  • Il bar "Fuoriporta Caffè"
  • Il ristorante "Hostaria Alloro"
  • Il negozio "Futura Market"

Il presunto ladro, a parte gli ingenti danni provocati ai locali derubati, è riuscito a sottrarre dai registratori di cassa complessivamente alcune migliaia di euro. L’articolata indagine condotta dalla squadra mobile di Treviso, anche grazie alle videocamere di sorveglianza pubbliche e private, ha consentito di incriminare il presunto autore di questi gravi episodi di violenza che avevano destato forte preoccupazione sociale, soprattutto nei cittadini del centro storico. Dall’indagine è emerso che il giovane si muoveva per il centro con diversi mezzi di trasporto (bici e taxi soprattutto) e si avvaleva solitamente di tombini nelle immediate vicinanze dei locali: in un paio di occasioni il forte rumore provocato ha allarmato i residenti della zona, i quali hanno prontamente chiamato il 113. Il presunto colpevole, dopo i furti, si era reso irreperibile fino al 29 maggio scorso, quando è stato fermato dalla squadra mobile di Treviso. Attualmente il giovane è in carcere a Verona in attesa di nuovi provvedimenti da parte della locale autorità giudiziaria.

Video popolari

TrevisoToday è in caricamento