menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trova il locale pieno, ruba una bottiglia di champagne e picchia il titolare: arrestato

Protagonista della vicenda, accaduta in centro a Montebelluna venerdì notte, un 22enne che ha ferito due persone, subito soccorse dai sanitari del Suem 118

MONTEBELLUNA Nella notte tra venerdì e sabato i carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Montebelluna hanno arrestato in flagranza di reato un 22enne cittadino italiano di origini marocchine, nullafacente, gravato da pregiudizi penali per delitti contro la persona ed il patrimonio, resosi responsabile di rapina aggravata e di lesioni personali nei confronti del proprietario di un noto ristorante del centro cittadino e di un avventore del locale.

Secondo la ricostruzione effettuata dai militari, l’arrestato ed altri tre soggetti, tutti stranieri, intorno alle ore 23.30 di venerdì si sono presentati presso l’osteria “T’osti” di Corso Mazzini chiedendo di potere cenare, ma il cameriere si è visto costretto a rifiutarli poiché la sala era piena e la cucina stava per chiudere. Mentre stavano uscendo dal locale, con mossa fulminea, il 22enne si è impossessato di un paio di bottiglie di champagne, prelevandole da un frigorifero in bella mostra. Il furto è stato notato da un cliente che ha immediatamente informato il proprietario, il quale, dopo avere raggiunto il gruppetto ancora fermo nei pressi dell’ingresso del ristorante, ha chiesto subito che gli venissero restituite le due bottiglie.

Per tutta risposta il 22enne, dopo avere consegnato lo champagne ai suoi complici che in breve si sono dileguati, lo ha spintonato facendolo cadere per terra e lo ha poi colpito con un calcio alla testa. In quel frangente, dall’interno del locale, un avventore è accorso in soccorso del proprietario del locale, ma anche lui è stato aggredito dal 22enne con una testata al volto che gli ha procurato la rottura di un dente. Dopo avere colpito i due signori, il 22enne è quindi scappato verso il centro di Montebelluna. Immediatamente allertata la centrale operativa dei carabinieri, nel giro di pochi minuti si è recata in zona per le ricerche una pattuglia del Nucleo Radiomobile che ha rintracciato il 22enne nei pressi di piazza dall’Armi, mentre si stava togliendo la t-shirt che essendo di colore rosso si prestava ad una facile individuazione.

Le ricerche dei complici che detenevano la refurtiva, nonostante l’invio nell'area delle pattuglie di altri Comandi limitrofi, risultavano invece infruttuose poiché favorite dalla fitta oscurità. Una volta condotto presso la Compagnia di Montebelluna, il 22enne è stato dichiarato in arresto e condotto alla casa circondariale di Treviso a disposizione del Sostituto Procuratore della Repubblica di turno presso il Tribunale di Treviso, il Dr. Davide Romanelli. Entrambi i feriti hanno riportato vari traumi contusivi per i quali sono stati costretti a ricorrere alla cure dei sanitari del locale nosocomio, fortunatamente cavandosela con pochi giorni di prognosi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

Attualità

Tangenziale di Treviso: in arrivo due nuovi Targa System

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

Attualità

Covid alle superiori: «Metà dei contagi non è avvenuta a scuola»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento