menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spacciava marijuana ai minorenni, 23enne in carcere

Oltre 2300 dosi smerciate in pochi mesi, giro d'affari di 20mila euro: nella rete dei controlli del Commisssariato 22 acquirenti del coneglianese tra cui nove giovanissimi

CONEGLIANO Il 31 gennaio scorso, nell’ambito di un’attività di contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, in particolare nelle aere urbane maggiormente frequentate da giovani come piazzale Zoppas, l’area Stazione dei treni e parco San Martino, la polizia del Commissariato di Conegliano, aveva sorpreso J. A. nativo del Gambia, 23enne, senza fissa dimora, disoccupato, occultare circa 20 grammi di sostanze stupefacenti; In quell'occasione erano state sequestrate dieci dosi di Marijuana pronte allo spaccio e la somma di circa 70 euro quale probabile provento dell’attività di spaccio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le successive indagini condotte dalla polizia giudiziaria coneglianese, durate circa 3-4 mesi, hanno permesso di stabilire che non si trattava di un fatto di lieve entità ma di un fiorente volume d’affari, poiché lo straniero, nell’arco temporale di un intero anno, aveva spacciato stupefacente, in più occasioni e a diversi clienti, episodi avvenuti anche successivamente al controllo di gennaio. Nella rete di controllo al momento sono stati identificati ben 22 giovani acquirenti del Coneglianese e paesi limitrofi, dei quali 9 minorenni, arrivando addirittura a un 14enne.

In questo arco di tempo l’indagato ha effettuato circa 2.300 cessioni di altrettante dosi di sostanza stupefacente, corrispondenti a circa 4 chilogrammi totali di marijuana. Conti alla mano si tratterebbe di un traffico d'affari da 20mila euro per l'irregolare senza fissa dimora. In seguito alle indagini condotte dal commissariato di Conegliano, il 26 aprile il giovane gambiano veniva rintracciato in centro città ed è stata eseguita nei suoi confronti l’ordinanza di Custodia Cautelare disposta dal Gip di Treviso, con la successiva traduzione presso la Casa Circondariale di Treviso, poiché indiziato del delitto di spaccio continuato di sostanza stupefacente con l'aggravante di aver commesso il fatto ai danni di minorenni.        

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Attualità

A Pederobba è il giorno del taglio del nastro per il nuovo IperTosano

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento