menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Entra in casa della ex e la minaccia davanti ai carabinieri, in manette

Un 40enne moldavo di Vittorio Veneto è finito in cella per atti persecutori. Si è introdotto in casa della ex nonostante il divieto di avvicinarsi

VITTORIO VENETO — Nonostante non potesse avvicinarsi alla ex, è stato sorpreso ad arrampicarsi sul terrazzino dell’abitazione della donna e, dopo aver forzato una persiana, ad entrare in casa. Per questo motivo di carabinieri della compagnia di Vittorio Veneto hanno arrestato per atti persecutori R.I., 40enne moldavo residente in città, disoccupato e con precedenti specifici.

Nella notte del 16 novembre, infatti, nonostante la misura cui era sottoposto, la ex lo ha sorpreso entrare nella sua abitazione. Ha immediatamente contattato i carabinieri che, una volta arrivati, hanno assistito alle continue minacce dell’uomo che non voleva saperne di calmarsi. Arrestato per atti persecutori, è stato accompagnato nel carcere di Santa Bona. Nella mattinata di mercoledì l’arresto è stato convalidato e il 40enne è stato rinchiuso in carcere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Montebelluna, la mamma di Mattia ai funerali: «Chi ha sbagliato pagherà»

  • Attualità

    Vaccinazioni, Benazzi difende l'infermiera: «Non è una No Vax»

  • Attualità

    Vax Day per i 70enni: «Code in mattinata, rifiuti per AstraZeneca»

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento