Cronaca

Asilo Nido Provinciale: il servizio sarà garantito fino a dicembre 2016

Dopo alcuni giorni di trattative, a fine luglio la Provincia di Treviso ha deciso di prolungare il servizio dell'Asilo Nido provinciale fino al 31 dicembre del 2016

TREVISO L'asilo nido della Provincia di Treviso è un servizio educativo per la prima infanzia. Le attività educative sono organizzate privilegiando situazioni in piccoli gruppi di età omogenea per favorire i processi di imitazione e la qualità delle relazioni e per creare, attraverso la gestione degli spazi e degli arredi, un ambiente il più possibile corrispondente ai bisogni dei bambini.

Attivo 12 mesi l'anno, il nido è aperto, dal lunedì al venerdì dalle 7.45 alle 18.00, a tutti i bambini dai 6 mesi ai 3 anni, fino ad un massimo di 36 bambini, suddivisi tra "Piccoli" (6-12 mesi) e "Medio-Grandi" (13-36 mesi). Le iscrizioni sono rivolte prioritariamente ai bambini di cui un genitore sia dipendente dell'Amministrazione Provinciale. Soddisfatte tali richieste, il Nido è aperto ad utenti esterni. Nelle scorse settimane però si era parlato di un'interruzione quasi certa del servizio che avrebbe costretto i figli dei dipendenti della Provincia ad andare in un nuovo asilo pubblico. Dopo diversi confronti tra le varie parti in causa, è stato trovato a fine luglio l’accordo comune per risolvere la questione. La delibera ha ratificato i punti dell’accordo: proroga del servizio da parte dell'attuale ditta affidataria sino al 31 dicembre 2016; aumento del 7% della retta attuale; spese necessarie per il periodo di transizione sostenute dalla Provincia; avvio di un percorso di partenariato che in questi mesi, coinvolgendo genitori, associazioni del territorio e azienda porti alla definizione della nuova gestione del nido. Non è la miglior soluzione possibile, ma sembra che famiglie e Provincia abbiano finalmente trovato un giusto compromesso su cui accordarsi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asilo Nido Provinciale: il servizio sarà garantito fino a dicembre 2016

TrevisoToday è in caricamento