menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il camioncino della Civis e le forze dell'ordine

Il camioncino della Civis e le forze dell'ordine

Preganziol, assalto armato ad un portavalori del gruppo Civis

L'attacco al camioncino è avvenuto verso l'ora di pranzo nei pressi del supermercato Lando a Preganziol. Bottino di un milione di euro

PREGANZIOL Un colpo perfetto, studiato nei dettagli. Sono stati momenti di terrore quelli vissuti mercoledì intorno alle 13.30 nei pressi del  supermercato IperLando a Preganziol in via Baratta Nuova. Una banda composta da quattro o cinque malviventi ha assaltato a mano armata un camioncino portavalori del Gruppo Civis dove all'interno era presente una guardia giurata. Il mezzo era parcheggiato all'ingresso del supermercato e il vigilante stava attendendo il collega che nel frattempo prelevava l'incasso del Lando. 

Proprio in quel momento il commando è entrato in azione. Secondo una primissima ricostruzione di carabinieri e della squadra mobile della Questura di Treviso, i banditi incappucciati avrebbero raggiunto il furgone e minacciato il vigilante posizionando sul parabrezza un finto candelotto di dinamite e portando il mezzo poco distante, nel parcheggio della "Casa del Materasso". Qui i malviventi grazie alla minaccia della dinamite si sono fatti aprire il furgone e hanno prelevato quanto all'interno del mezzo, circa un milione di euro euro, e poi si sarebbero dileguati a bordo di un'auto per il momento non ancora identificata. Il tutto intorno alle 13.30, quando diversi clienti raggiungevano il punto vendita e altri facevano la spesa all'interno. 

"Era l'orario del normale prelievo giornaliero - racconta il vicedirettore del supermercato, Alvise Bressanello -. Uscendo, la guardia non ha più trovato il furgone e ha allertato la Civis. Abbiamo fatto un giro qui intorno e abbiamo trovato il mezzo parcheggiato con le porte aperte. Il vigilante rapinato era steso nel giardino di un'abitazione, soccorso dai padroni di casa". Il malcapitato, infatti, ancora sotto choc aveva percorso pochi metri raggiungendo il campanello di una casa per chiedere aiuto. "Il nostro incasso era ancora qui quando è avvenuto l'assalto", precisa Bressanello. 

Sul posto in pochi minuti si sono precipitati carabinieri e polizia che hanno dato il via ai rilievi. Mentre la guardia vittima della rapina, un 37enne di Villorba, è stato portato in ospedale per accertamenti, gli investigatori hanno raccolto testimonianze e bloccato la strada per cercare eventuali tracce lasciate dai malviventi. Il bottino è di un milione di euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Notizie

Bollo auto 2021: il Veneto proroga la scadenza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento