Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Assalto al treno Unitalsi: paura per 400 pellegrini in Francia

Odissea per un gruppo di pellegrini trevigiani diretti al santuario di Lourdes. Il loro treno è stato prima preso a sassate e poi assaltato da nove uomini durante una sosta notturna

Viaggio di speranza e di terrore per oltre 400 pellegrini e volontari diretti a Lourdes, la settimana scorsa. Il gruppo, partito con un treno dell'Unitalsi il 25 agosto e rientrato venerdì 31, è stato prima vittima di una sassaiola e poi assaltato da un gruppo di clandestini.

I guai per il convoglio sono iniziati appena oltrepassato il confine francese. Calate le tenebre, intorno alle 22, il vagone-ospedale che trasportava 120 malati è stato preso a sassate da ignoti. La pioggia di sassi proveniva da un cavalcavia.

Una delle pietre ha infranto il finestrino del vagone: solo il caso (o un miracolo) ha fatto sì che il sasso non colpisse nessuno, ma finisse tra i letti. Il capotreno si è visto costretto a una fermata di emergenza ed è subito partita la denuncia alla Polizia francese.

Il viaggio è ripreso, ma percorsi pochi chilometri, i pellegrini sono incappati in una seconda disavventura. Durante una sosta nottura nella cittadina di Sète il convoglio è stato letteralmente assaltato da un gruppo di nove uomini, molto probabilmente clandestini, che hanno tentato di introdursi nel treno.

Il gruppo di sicurezza del convoglio è riuscito a tenere testa agli aggressori e a chiamare la Polizia, che in un primo momento ha allontanato i nove. I clandestini, però, hanno tentato un secondo assalto, fortunatamente senza riuscirci, e il treno è potuto ripartire alla volta di Lourdes.

Sull'episodio sono in corso degli accertamenti da parte delle autorità d'Oltralpe.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assalto al treno Unitalsi: paura per 400 pellegrini in Francia

TrevisoToday è in caricamento