rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Cronaca Oderzo

Assolto dal processo per stalking: ora vuole chiedere i danni all'ex fidanzata

Protagonista della vicenda un 47enne residente a Oderzo, accusato dalla donna di averla perseguitata per quasi due anni dopo la fine della loro relazione amorosa

ODERZO Trascinato in tribunale dalla sua ex fidanzata che lo accusava di stalking, un 47enne residente a Oderzo è stato del tutto scagionato dalle accuse rimediando una sentenza di piena assoluzione. E ora, decretata dal giudice la sua totale estraneità dai fatti contestati, sta valutando se chiedere i danni alla sua ex per l'anno e mezzo di inferno che avrebbe vissuto.

L'uomo infatti, difeso dall'avvocato Martina Pinciroli, ha sempre respinto ogni addebito e la corte, valutate le prove, lo ha assolto con formula piena perchè il fatto non sussiste. Il 47enne, oltre a essere stato costretto ad affrontare un processo, per quasi diciotto mesi è stato colpito dalla misura cautelare del divieto di avvicinamento alla donna e ai luoghi da lei frequentati.

Secondo l'accusa, venuta a cadere, tra il 2011 e il 2013 il 47enne avrebbe reso la vita impossibile alla ex dopo la fine del loro rapporto. Nel capo d'imputazione si legge che sarebbe entrato di nascosto in casa sua (oltre allo stalking veniva contestata anche la violazione di domicilio), le avrebbe suonato in continuazione il campanello tanto che la donna avrebbe addirittura disattivato il citofono, e si sarebbe presentato più volte di fronte a lei anche sul luogo di lavoro o quando usciva la sera.

Una condotta che aveva spinto la donna a denunciarlo ma a processo è stato stabilito che nulla di quanto raccontato nella denuncia sarebbe stato vero. O meglio, il 47enne non avrebbe mai commesso quello per cui è finito di fronte al giudice. Motivo per cui, assieme al suo legale, st valutando se intentare una causa civile per chiedere un risarcimento danni.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assolto dal processo per stalking: ora vuole chiedere i danni all'ex fidanzata

TrevisoToday è in caricamento