rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Cronaca Vittorio Veneto / Piazza Papa Giovanni Paolo I

Ennesimo atto vandalico al Parco Papadopoli, scardinata porta dell’ex casa del custode

Un nuovo atto vandalico è stato scoperto dall’associazione Insieme per Ceneda all’interno del parco Papadopoli, il polmone verde di Ceneda di cui i volontari si prendono cura

VITTORIO VENETO Scardinata una porta dell’ex casa del custode all’interno del parco Papadopoli a Ceneda di Vittorio Veneto. L’atto vandalico è stato scoperto oggi dai volontari di Insieme per Ceneda impegnati, come ogni martedì, nella cura del polmone verde di Ceneda. L’episodio risalirebbe a qualche giorno fa. “Forse – ipotizza Mario Longo, presidente di Insieme per Ceneda – qualcuno nelle giornate di grande freddo ha tentato di accedere al ripostiglio, che si trova al piano terra della casa dell’ex custode proprio sotto alla grande terrazza, per ripararsi dalle temperature scese sotto zero”. La porta fa accedere ad una piccola stanza, un ripostiglio utilizzato dall’associazione per stoccare alcuni materiali per i lavori nel parco. Nulla è stato sottratto, tenendo conto che questi materiali hanno poco valore.

Questo è l'ennesimo atto vandalico al Parco Papadopoli. Solo qualche mese fa, il 14 novembre scorso, ignoti erano riusciti a sfondare la porta, sempre dell'ex casa del custode. Solo qualche giorno più tardi toccò alle panchine imbrattate dove un gruppo di persone aveva deciso di accendere un fuoco al belvedere.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ennesimo atto vandalico al Parco Papadopoli, scardinata porta dell’ex casa del custode

TrevisoToday è in caricamento