Codognotto: autisti si tagliano lo stipendio pur di lavorare

I dipendenti della ditta di trasporti Codognotto hanno deciso di accettare la proposta dell'azienda e tagliarsi lo stipendio per salvare il posto

Una scelta che Fit Cisl rispetta ma non condivide, quella dei dipendenti della ditta di trasporti Codognotto di Salgareda.

Una decisione sofferta, quella di ridursi lo stipendio, votata dal 70 per cento dei lavoratori al termine dell'assemblea di sabato 9 giugno, tra i vertci dell'azienda e i sindacati di categoria, Filt Cigl e Fit Cisl Treviso.

Dopo un braccio di ferro tra sindacati e azienda, sabato gli autisti della Codognotto hanno accettato definitivamente la proposta di ridurre la parte variabile dello stipendio, per non incorrere in ulteriori tagli al personale, gia' in cassa integrazione almeno fino a luglio.

Secondo i calcoli del sindacato, nell'ipotesi che un autista riesca a lavorare per un mese intero, la riduzione dello stipendio avra' un peso di 70 euro al mese fino al 31 dicembre 2012 e, poi, di 50 euro mensili fino a settembre 2013, termine del contratto.

"Hanno scelto i lavoratori e le scelte vanno rispettate", ha commentato il segretario generale di Fit Cisl Treviso, Nicola Toffoli, che sin da subito si e' detta contraria a questo compromesso.

"Questo e' un segnale importante e significativo che i dipendenti hanno dato all'azienda, che ora dovra' onorare gli impegni presi affinche' la fiducia ripostale non venga tradita".

Raggiunto l'accordo, non e' ancora stata stabilita la data di decorrenza, che potrebbe essere decisa nella riunione dell'11 luglio prossimo.

"Tutti, autisti compresi - ha ribadito tuttavia concludendo Toffoli - si devono rendere conto che questa non puo' essere la strada per i risolvere i problemi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al ritorno dalla discoteca, Alberto Antonello positivo alla cannabis

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Donna viene investita da un'auto e muore: è caccia al pirata della strada

  • Troppo grande la sofferenza per la malattia: ex assessore comunale si toglie la vita

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

Torna su
TrevisoToday è in caricamento