menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Auto e targhe rubate, per loro si aprono le porte del carcere

Ricettazione è il capo d'accusa nei confronti di un pregiudicato sardo di 35 anni, residente a Treviso, un un pregiudicato romeno di 28 anni, senza fissa dimora, fermati nella giornata di venerdì dai carabinieri

TREVISO Il nucleo radiomobile dei carabinieri ieri, venerdì 15 giugno, verso le 15.30, ha operato un fermo di indiziato di delitto per ricettazione. I fermati sono due soggetti, un pregiudicato sardo di 35 anni, residente a Treviso, un un pregiudicato romeno di 28 anni, senza fissa dimora, entrambi nullafacenti. Gli stessi venivano sorpresi in via Delle Cisole, zona Monigo, di Treviso con un’autovettura Toyota rubata la sera prima a Treviso, sulla quale erano state apposte delle targhe anch’esse rubate la stessa serata a San Vendemmiano. Sono in corso accertamenti se i due si siano resi responsabili di reati predatori sul territorio anche se per il momento non ci sono evidenze. Entrambi sono stati accompagnati in carcere in attesa dell’udienza di convalida.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Meteo

    Caldo anomalo nella Marca: «Da sabato temperature in calo»

  • Aziende

    «Positiva la scelta di istituire un ministero per la disabilità»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento