rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022
Cronaca Ormelle

Barista trovata senza vita a Ormelle: l'autopsia esclude la presenza di lividi e maltrattamenti

Nelle scorse ore il dottor Antonio Cirnelli ha eseguito l'autopsia sul corpo di Tamara Sartor la 44enne residente a Ormelle trovata senza vita nei giorni sorsi. Morte avvenuta per asfissia

ORMELLE Nel grande mistero venutosi a creare negli ultimi giorni dopo la scomparsa della barista Tamara Sartor, c'è una prima certezza fornita dall'autopsia svolta dal dottor Antonio Cirnelli sul corpo della giovane vittima.

Come riportato da "La Tribuna di Treviso" la barista quarantaquattrenne sarebbe morta per asfissia a causa della stretta operata dal cappio che l'ha strangolata. Il dato più importante emerso dalle analisi mediche è però quello relativo alla mancanza di particolari segni di maltrattamento fisico sul corpo della donna. Un risultato che a prima vista potrebbe alleggerire la morsa delle indagini venutasi a creare intorno al marito della donna, accusato di maltrattamenti aggravati ai danni della moglie. Per il momento le indagini condotte dai carabinieri proseguono senza sosta alla ricerca della verità su quanto accaduto alla giovane barista titolare del bar "All'angolo" in via Roma. Un importante aiuto alle indagini potrebbe arrivare dagli esiti dei test tossicologici i cui risultati si potranno però avere solo tra qualche settimana.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barista trovata senza vita a Ormelle: l'autopsia esclude la presenza di lividi e maltrattamenti

TrevisoToday è in caricamento