menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Morto in mare a Jesolo, l'autopsia conferma: «Annegamento»

Nessun malore ha stroncato il 23enne Malick Diagne nel tragico incidente avvenuto a Ferragosto in spiaggia a Jesolo. Il giovane, stando ai risultati dell'autopsia, è morto annegato

Nessun malore improvviso e fatale: Malick Diagne, il 23enne morto in mare a Jesolo dopo essersi tuffato da un pedalò sarebbe morto per annegamento.

A dirlo sono i primi risultati dell'autopsia eseguita nelle scorse ore sul corpo del giovane di origini senegalesi impiegato come operaio a Cessalto. Il pubblico ministero di Venezia ha dato il nulla osta per la sepoltura. I funerali di Malick saranno celebrati nel suo paese d'origine, in Senegal, vicino a Dakar. Nel frattempo i risultati dell'autopsia, escludendo la causa del malore, danno una importante svolta alle indagini in corso. Dopo aver iscritto d'ufficio due bagnini jesolani nel registro degli indagati, gli uomini delle forze dell'ordine stanno continuando a interrogare i testimoni che erano insieme al 23enne sul pedalò al largo di Jesolo. Spetterà dunque agli inquirenti accertare le loro eventuali responsabilità nella tragedia avvenuta il giorno di Ferragosto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Attualità

A Pederobba è il giorno del taglio del nastro per il nuovo IperTosano

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Addio a Paolino Denis, maestro nell'arte della macellazione

  • Attualità

    Conegliano dà l'addio a "Mamma Africa": morta per Covid a 50 anni

  • Attualità

    Tragedia di Vidor, martedì i funerali della mamma

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento