Traffico estivo: +8% di uscite ai caselli sulla rete di Autovie rispetto al 2016

Destinazione vacanze. Un fiume di auto sulla A4 dirette principalmente verso le località balneari dell’Alto Adriatico e della costa Dalmata ha caratterizzato la notte fra venerdì 4 e sabato 5 agosto, con code a tratti, rallentamenti e congestioni

TREVISO Destinazione vacanze. Un fiume di auto sulla A4 dirette principalmente verso le località balneari dell’Alto Adriatico e della costa Dalmata ha caratterizzato, come ampiamente previsto, la notte fra venerdì 4 e sabato 5 agosto, con code a tratti, rallentamenti e congestioni che si risolvevano e riformavano. Un flusso che è cresciuto ulteriormente nella prima mattinata di oggi: alle 12,00 le uscite registrate ai caselli nella fascia oraria compresa fra la mezzanotte e le 12 di oggi, sabato 5 agosto,  sono state di circa 64 mila veicoli, con un incremento dell’8% rispetto allo scorso anno. Tantissimi i camper e le roulottes in transito, per la maggior parte con targhe straniere.

Alle 13,00 si registravano lunghe code le code fra Meolo, in Veneto e San Giorgio di Nogaro in Friuli Venezia Giulia, code in entrata a Latisana, code in uscita a San Donà e rallentamenti, in uscita, a San Stino di Livenza e Cessalto. Tre  i chilometri di coda in uscita alla barriera di Trieste Lisert. Molto più lunghe le colonne di auto e quindi i tempi di attesa al confine di Dragona (Koper verso Istria-Umago), e a Starod verso Rieka in direzione della costa dalmata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Pochi e di lieve entità gli incidenti, risolti velocemente: si tratta, nella maggior parte dei casi, di piccoli tamponamenti tipici delle situazioni cosiddette di “stop and go”, quando difficilmente gli automobilisti mantengono la distanza di sicurezza.  Una minima distrazione è sufficiente per causare un tamponamento che crea la congestione e poi la coda.  Più volte, durante la mattinata è stato attivato il by pass A27/A28 una sorta di percorso alternativo che permette ai veicoli provenienti da Venezia di “saltare” il tratto di A4 più congestionato per poi rientrare a Portogruaro. Una soluzione adottata da Autovie Venete e Cav  pubblicando sui pannelli a messaggio variabile l’itinerario alternativo da seguire e messa in atto per garantire la percorribilità in sicurezza della rete autostradale e che coinvolge tre concessionarie: Autovie Venete, Cav (che gestisce il Passante di Mestre) e Auostrade per l’Italia per quanto riguarda la A27. Reindirizzamento del traffico “virtuale” anche dalla A4 verso la A34 Villesse-Gorizia per evitare un allungamento eccessivo della coda a Trieste Lisert

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento