rotate-mobile
Cronaca Conegliano

L'avvocato cambia sesso e la sua storia finisce al cinema

Un film-documentario di Annamaria Gallone racconta la trasformazione di un legale di Conegliano da Alessandro ad Alessandra e il suo matrimonio con la fidanzata

Ha 55 anni, è un noto avvocato di Conegliano e la sua scelta è raccontata in un film nelle sale cinematografiche.

A luglio 2012 Alessandro Gracis ha deciso di assecondare la propria natura e diventare Alessandra.

In un'intervista a La Tribuna di Treviso, l'avvocato ripercorre le tappe della propria trasformazione, che dopo l'intervento a San Francisco, l'ha portata a sposare, il 21 dicembre 2012, la donna conosciuta e amata quando era ancora un uomo e che le è stata accanto durante il suo percorso.

La "bomba" scoppia nel 2005, quando in occasione del Carnevale un'amica, notando le bellissime gambe, convince Alessandro a travestirsi da donna. L'avvocato lo aveva già fatto in passato, di nascosto, ma aveva sempre cercato di reprimere la sua natura.

Smessi i panni carnevaleschi Alessandro si rende conto di sentire la mancanza di sé vestito da donna e a ottobre si fa ritrarre in abiti femminili e parrucca per un calendario a scopo benefico. Allora capisce che è venuto il momento di mostrare al mondo la sua vera natura.

Dal 2009 comincia a recarsi al lavoro con gonna e tacchi, ma i soci dello studio dimostrano di non apprezzare il cambiamento dell'avvocato Gracis. Inaspettata, invece, la comprensione dei clienti che, con un'unica eccezione, non lo abbandonano e, anzi, lo sostengono, così come Benetton Basket, per la quale arbitra.

Nemmeno l'ambiente giuridico volta le spalle ad Alessandro, tanto che l'ordine gli fornisce due tesserini professionali, uno per Alessandra e uno per Alessandro, per facilitargli gli spostamenti e consentirgli, poi, di ottenere passaporto e carta d'identità.

A luglio 2012, finalmente, l'operazione a san Francisco e la nuova vita. Per l'anagrafe, tuttavia, Alessandra è ancora Alessandro, per tutelare il suo matrimonio - spiega l'avvocato Gracis - che con il cambio di sesso verrebbe sciolto.

I tre anni di trasformazione, dal 2009 al 2012, sono stati seguiti passo passo e raccontati nel film-documentario "Lei è mio marito", della regista Annamaria Gallone per Kenzi Production di Milano.

Per tre anni le telecamere hanno seguito Alessandra e immortalato la sua "rivoluzione" di genere e raccolto il racconto delle tante persone che la hanno accompagnata nel viaggio alla ricerca della sua identità.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'avvocato cambia sesso e la sua storia finisce al cinema

TrevisoToday è in caricamento