Cronaca Centro

Baby-gang ubriaca in centro: nella notte furti e risse. Tutti denunciati

E' avvenuto nella tarda serata di mercoledì: prima sono stati trovati ubriachi in piazza, poi a taccheggiare il Pam e poi vittime di una rissa

TREVISO - Baby-gang. Basta una parola ormai a Treviso per scatenare le ire dei cittadini, sempre più stanchi dei continui comportamenti violenti di alcuni ragazzini in centro città, protagonisti questa volta di ben tre episodi differenti in una sola serata.

Come riportano i quotidiani locali infatti, verso le 21 di mercoledì una decina di ragazzi presenti in piazza Borsa sono stati segnalati alla polizia da alcuni passanti preoccupati perchè i giovani avevano sicuramente un tasso alcolemico molto alto e continuavano a sbraitare brandendo bottiglie di superalcolici. Immediatamente è quindi intervenuta una volante che ha identificato tutti i componenti del gruppetto, tra cui anche alcuni minorenni, per poi denunciarli per ubriachezza molesta. Successivamente, una volta invitato i ragazzini a comportamenti più consoni visto il luogo in cui si trovavano, li agenti si sono allontanati consci di aver fatto il loro lavoro.

Purtroppo però di li a pochi minuti la stessa volante è dovuta tornare in piazza Borsa, questa volta su segnalazione degli addetti alla vigilanza del supermercato Pam di via Zorzetto che avevano beccato tre componenti della banda a rubare cioccolata e caramelle per alcune decine di euro. A quel punto gli agenti sul luogo hanno chiesto l'intervento di una seconda volante del 113 per portare tutti li 11 ragazzini in quel momento facenti parte del gruppo in Questura, dove sono stati poi identificati nuovamente e denunciati per ubriachezza molesta. Per tre è scattata inoltre la denuncia per furto aggravato.

Evidentemente però, non essendo affatto intimoriti dagli agenti di polizia, una volta rimessi in libertà i ragazzini sono tornati per le vie del centro e un 19enne albanese della banda verso mezzanotte è stato vittima di una rissa nei pressi dei Bastioni San Marco in zona Porta Santi Quaranta. Secondo la ricostruzione del 113 intervenuto sul posto, il giovane sarebbe stato aggredito da un coetaneo sudamericano che lo ha colpito alla testa con una bottiglia di vetro procurandogli una ferita lacero-contusa. A quel punto è stato chiamato il Suem 118 che prima lo ha medicato sul posto e poi lo ha trasportato all'ospedale Ca' Foncello da dove ne è uscito con una prognosi di 8 giorni. Nel frattempo sulle Mura cittadine veniva sentita la testimonianza di un amico italiano della vittima che ha spiegato come la rissa fosse iniziata per futili motivi, soprattutto legati alle condizioni psico-fisiche alterate di entrambi i contendenti a causa dell'alcool bevuto durante una festa di compleanno improvvisata poco prima proprio ai Bastioni. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baby-gang ubriaca in centro: nella notte furti e risse. Tutti denunciati

TrevisoToday è in caricamento