menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Mamma, papà": il bimbo travolto dal cancello si risveglia in ospedale

Prognosi ancora riservata per il bambino di 4 anni travolto dal cancello della casa dei nonni. Nelle scorse ore avrebbe però ripreso conoscenza provando a chiamare i genitori

SAN FIOR Per ora la prudenza resta ancora tanta, ma il fatto che il bambino di soli quattro anni, travolto nei giorni scorsi dal cancello di casa dei nonni, abbia già ripreso a parlare, seppur con un filo di voce, ha fatto rinascere la speranza nei suoi cari.

Come riportato da "Il Gazzettino di Treviso", le prime parole pronunciate dal piccolo sarebbero state rivolte ai due genitori dopo il risveglio in un letto del reparto di terapia intensiva neurochirurgica all'ospedale Ca' Foncello di Treviso. Stando alle parole dei medici, la prognosi del bambino resta ancora riservata. Tenuto sotto sedazione, il piccolo sembrerebbe aver iniziato a reagire alle prime cure che gli sono state fornite nei giorni scorsi. Un segnale che fa ben sperare per il miglioramento del suo stato di salute nei prossimi giorni. Nella notte tra domenica e lunedì, il bambino originario di Susegna era stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico per provare a limitare i danni riportati alla testa nell'impatto contro il cancello. Ad oggi è però ancora troppo presto per stabilire se l'operazione sia andata del tutto a buon fine. Medici e familiari invitano alla massima cautela e per ora si gioiscono per quelle due parole semplici ma meravigliose, pronunciate dal loro bambino: "mamma, papà".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

social

Le voci più belle del Festival di Sanremo sono venete

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento