rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Donazzan: "Banche popolari, si favorisce finanza aggressiva"

Dubbi da parte dell'assessore regionale al lavoro sulla riforma delle banche popolari: "Renzi sta distruggendo il credito solido e partecipato"

VENEZIA “Il credito solido, partecipato e legato al territorio è una peculiarità che Renzi sta distruggendo”. È perplesso l’assessore regionale al Lavoro, Elena Donazzan, dopo che il Consiglio dei Ministri ha inserito nel decreto sugli investimenti norme finalizzate a riformare le banche popolari.

Il progetto di riforma del Governo guidato dal premier Matteo Renzi non riguarderà tutte le banche popolari ma solo le dieci più grandi con almeno otto miliardi di attivi. Queste avranno 18 mesi di tempo per cambiare la propria struttura societaria, eliminare il voto capitario (una testa, un voto) e trasformarsi in società per azioni. In questo modo le suddette banche verranno aperte all'ingresso di soci di capitale e al rafforzamento patrimoniale, con la messa in moto di fusioni e il possibile scompaginamento di equilibri consolidati. In una parola, le banche potranno divenire "scalabili".

Sono tre le banche legate al territorio veneto che saranno assoggettate al progetto di riforma e rispondono al nome di Banco Popolare, di Banca Popolare di Vicenza e di Veneto Banca. "Da assessore al Lavoro della Regione del Veneto - ha commentato Elena Donazzan -  ho riscontrato in questo periodo che le nostre troppe aziende in difficoltà lo sono spesso a causa di problemi di credito, ma ho riscontrato altresì che le banche più attente alle nostre imprese sono state sempre le banche del territorio, quelle del Credito Cooperativo e Popolari, quelle che questo decreto, che sembra essere suggerito dalla finanza internazionale causa di troppi mali per l'Italia".


"Renzi ha avuto sei lunghi mesi di presidenza europea per difendere l'Italia e gli italiani, avrebbe dovuto difendere e rappresentare le cose buone della nostra nazione, anche un credito solido, partecipato e molto legato al territorio,peculiarità nazionale che Renzi sta distruggendo", ha concluso l'assessore Donazzan.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donazzan: "Banche popolari, si favorisce finanza aggressiva"

TrevisoToday è in caricamento