rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

Arrestati i maestri della clonazione di carte scarcerati a luglio

Si tratta due cittadini bulgari, fermati cinque mesi fa e subito liberati. I due sono accusati di aver manomesso con delgi "skimmer" decine di bancomat nel Trevigiano e in Friuli

Erano stati presi a luglio e subito rilasciati. Ora due bulgari, specialisti nella clonazione e nella manomissione di bancomat sono stati nuovamente arrestati.

I due erano finiti in manette, insieme a un complice, il 20 luglio scorso, nell'ambito di un'indagine dei carabinieri di Treviso, per aver inserito degli "skimmer in una decina di dispositivi bancari nella Marca, risalendo così ai dati e ai codici di sicurezza di carte e bancomat dei correntisti.

Secondo ulteriori accertamenti, due componenti della banda avrebbero manomesso anche vari bancomat di istituti di credito friulani, e su disposizione della Direzione distrettuale Antimafia di Trieste, sono stati nuovamente arrestati.

Uno degli indagati ha ricevuto il provvedimento in carcere, mentre il secondo è stato fermato in Bulgaria su mandato di cattura europeo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestati i maestri della clonazione di carte scarcerati a luglio

TrevisoToday è in caricamento