rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Cronaca Mogliano Veneto

Oltre cento furti in tre province, custodia in carcere annullata per quattro ladri

Il tribunale del riesame ha accolto il ricorso dagli avvocati difensori di quattro cittadini albanesi, arrestati lo scorso novembre con l'accusa di aver rubato in oltre cento abitazioni tra le province di Treviso, Padova e Venezia

Solo in provincia di Treviso sono accusati di aver rubato nei comuni di: Arcade, Cappella Maggiore, Salgareda, Santa Lucia di Piave, Vittorio Veneto e anche in alcune ville lungo il Terraglio. Nonostante questo, una banda composta da quattro cittadini albanesi arrestati a novembre, ha ottenuto l'annullamento della custodia in carcere grazie alla decisione presa dal tribunale del riesame.

Come riportato da "La Tribuna di Treviso", i quattro indagati erano finiti al centro di una lunga inchiesta coordinata dalla Procura di Venezia con il supporto dei colleghi di Treviso e Padova. I quattro arrestati, di età compresa tra 26 e 33 anni, sono accusati di aver rubato in oltre cento abitazioni del Veneto. La loro base era un casolare alle porte di Mestre, scoperti dalla squadra mobile di Venezia, ai quattro malviventi è stata annullata l'ordinanza di custodia cautelare in carcere grazie alla decisione del tribunale del riesame di accogliere il ricorso presentato dagli avvocati difensori della banda, Mauro Serpico e Stefania Pattarello. I quattro, per ora, non saranno rimessi in libertà grazie alla misura emessa dalla Procura di Padova. La difesa aveva contestato con successo la regolarità delle procedure di arresto (solo per i furti veneziani e non nelle altre province). Secondo le indagini sulla vicenda, la banda era riuscita a mettere a segno fino a otto furti in una sola notte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oltre cento furti in tre province, custodia in carcere annullata per quattro ladri

TrevisoToday è in caricamento