Sorpresi a parlare fuori dal bar chiuso: quattro denunciati

Sei nuovi casi di persone trovate fuori dai loro Comuni di residenza. Tra loro anche due persone che si sono giustificate dicendo di essere usciti per acquistare una bicicletta

Nella serata di mercoledì 11 marzo i carabinieri di Vittorio Veneto hanno denunciato in stato di libertà 6 persone per inosservanza dei provvedimenti del Governo per il contrasto del Coronavirus.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I carabinieri di Vittorio Veneto hanno fermato due persone, un 55enne e un 24enne che si trovavano in Via Bottecchia a Colle Umberto. Peccato che entrambe risultavano residenti a Cordignano. Alla richiesta di fornire chiarimenti sulla loro presenza, hanno riferito che erano in giro per l'acquisto di una bici. Immediata la denuncia e la sanzione per entrambe. Poche ore più tardi, inoltre, i carabinieri di Col San Martino hanno fermato altre 4 persone, rispettivamente nate nel 1961, 1983, 1962 e 1971, che si trovavano all'esterno di un bar (che aveva regolarmente chiuso dopo le 18) a Moriago della Battaglia. Identificati, 3 di loro sono risultati residenti a Sernaglia della Battaglia e senza un valido motivo per giustificare la loro presenza in un Comune diverso da quello di residenza, mentre il quarto soggetto, residente a Moriago della Battaglia, è stato denunciato poichè non rispettava le prescrizioni relative al rispetto della distanza minima tra individui e del divieto di assembramento (nella fattispecie i quattro soggetti erano ancora seduti al tavolo esterno del bar intenti a terminare le consumazioni acquistate durante l'orario di apertura).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion con mucche e tori si rovescia, caos sulla bretella

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Covid-19, in quarantena una classe del Leonardo da Vinci e una della materna di Cimadolmo

  • Truccavano gli esami di guida, autoscuola trevigiana nella bufera

  • Eletto "il Babbo più Bello d'Italia 2020", premiato anche un papà trevigiano

  • Omicidio di Willy, l'autore del post razzista è uno studente trevigiano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento