rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Cronaca Paese

Minaccia Carabinieri: barista di Paese patteggia sei mesi

Un barista di Paese è stato arrestato per minacce e resistenza aggravata a pubblico ufficiale nei confronti dei Carabinieri. In Tribunale ha patteggiato una condanna di sei mesi

Minaccia i Carabinieri di Paese, intervenuti per calmarlo e patteggia sei mesi per minacce aggravate e resistenza a pubblico ufficiale.

Ieri sera i Carabinieri erano intervenuti nel locale dell'uomo, un barista 50enne, per sedare il movimentato diverbio che il barista aveva avuto con la moglie, barista come lui. Dopo un'ora però gli uomini dell'Arma avevano dovuto fare ritorno nel bar, chiamati dai clienti.

Il 50enne infatti, probabilmente spinto dalla gelosia, stava minacciando la consorte di 49 anni brandendo un lungo coltello. Quando i militari sono tornati nel locale, l'uomo ha rivolto l'arma contro di loro chiedendo di essere ucciso. Con calma e pazienza, i Carabinieri sono riusciti a placare il 50enne e a mettergli le manette ai polsi.

Stamattina in Tribunale il patteggiamento e il focoso barista ha fatto ritorno a casa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minaccia Carabinieri: barista di Paese patteggia sei mesi

TrevisoToday è in caricamento