menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un percorso pedonale da stazione a piazza dei Signori per "tutti"

Quasi 800mila euro investiti in due anni per eliminare le barriere architettonice. L'assessore Michielan: “Una città dove nessuno rimane indietro”

TREVISO — “Treviso, una città accessibile dove nessuno rimane indietro”. E’ questa la promessa dell’assessore ai lavori pubblici e sport Ofelio Michielan che nell’ambito del progetto “MiMuovo a Treviso” ha sviluppato una sezione interamente dedicata all’accessibilità cittadina. Un lavoro nato dalla collaborazione con diverse associazioni del territorio che unendosi hanno dato vita al GAAC (Gruppo di Associazioni per Un’abile città). “Nei mesi scorsi è stata eseguita una mappatura delle disabilità presenti in città – spiega l’assessore – Gli “ostacoli” riscontrati sono stati anche culturali e fisici. Partendo dal PEBA (Piano di Abbattimento delle Barriere Architettoniche) elaborato negli anni 90’, con le associazioni e i tecnici riuniti a uno stesso tavolo abbiamo individuato priorità di azioni e soluzioni concrete per mettere in campo interventi di superamento delle barriere architettoniche”.

Nel corso del 2014, anche sulla base di segnalazioni e richieste da parte della cittadinanza, sono stati già realizzati interventi puntuali di abbassamento e rifacimento dei marciapedi per un importo complessivo di 70mila euro. “Tra gli interventi già eseguiti ci sono la pavimentazione del marciapiede antistante il Liceo Canova, la sistemazione delle barriere in via Zecchette, in via Paludetti si è invece proceduto alla modifica del percorso esistente. In alcuni casi come in via Medaglie d’Oro il marciapiedi è invece stato completamente ripristinato. In via degli Alpini si è invece proceduto all’abbattimento delle barriere”.

Tra i lavori più urgenti, già inserito nel piano delle opere pubbliche, vi è la ridefinizione del percorso che dalla stazione dei treni porta a Piazza dei Signori. “La prima fase degli interventi prevede interventi di segnalazione per ipovedenti -sottolinea Michielan - mentre nella seconda fase si procederà prevalentemente all’adeguamento edile e delle pavimentazioni. Per il progetto ad oggi sono stati stanziati 225mila euro. Crediamo di poterne ottenere altri 150mila da parte della Regione, attraverso l’Ipa, intesa programmatica d’area”.

Ma gli interventi per l’accessibilità hanno riguardato anche le scuole. Nel 2014 sono già stati realizzati interventi per quasi 160mila euro. “In particolare alle scuole elementari Pascoli sono state realizzate quattro rampe di accesso e uscita dai locali ‘a rischio specifico’. Alle scuole Carducci invece oltre a due rampe di accesso è stato realizzato un elevatore per la fruizione dei locali al primo piano", chiude l'assessore. Per il 2015 la giunta comunale ha già messo a bilancio interventi per 300mila euro. I lavori prevedono, per le scuole elementari Gabelli, per la Collodi e la Carducci la riprogettazione degli spazi esterni per una miglior fruibilità degli spazi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Malore dopo la vaccinazione, 57enne ricoverato in ospedale

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Con un cinque al Superenalotto vince 17mila euro

  • Cronaca

    Ruba un aspirapolvere, 43enne arrestata dai carabinieri

  • Meteo

    Veneto, tornano piogge e temporali: «Rischio nubifragi a metà settimana»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento