rotate-mobile
Cronaca

Esame della patente "truccato": risposte al quiz suggerite con l'auricolare

Martedì scorso intervento della polizia stradale di Belluno presso la sede della locale motorizzazione. Denunciata una 32enne straniera

Intervento della polizia stradale di Belluno, nella mattinata di martedì 7 febbraio, presso gli uffici della Motorizzazione civile di Belluno, durante lo svolgimento di un esame teorico (quiz) finalizzato al conseguimento della patente di categoria “B”, una donna straniera di anni 32, residente nella provincia, è stata sorpresa a suggerire le risposte dell’esame tramite un ingegnoso sistema, composto da un auricolare bluetooth inserito sotto alla cuffia utilizzata per ascoltare le domande d’esame, collegato ad uno smartphone opportunamente occultato sotto i vestiti.

Una volta scoperta, ed a lei presentatisi e qualificatisi gli operatori di Polizia, la donna veniva identificata e denunciata all’Autorità Giudiziaria ai sensi della normativa vigente. Il “kit” fraudolento è stato sequestrato, anche con la finalità di poter risalire ai complici dell’ingegnoso, ma illegale, sistema. L’attività della Polizia di Stato continuerà nell’ottica di vigilare sul corretto svolgimento delle modalità d’esame volto al conseguimento delle patenti di guida, affinché la circolazione su strada avvenga da parte di quei soli guidatori in effettivo possesso dei requisiti tecnico teorici – ed anche ovviamente psichico e fisici – richiesti dalla legge.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esame della patente "truccato": risposte al quiz suggerite con l'auricolare

TrevisoToday è in caricamento