rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Ponzano Veneto

Crollo in Bangladesh, Benetton profondamente scossa

Le dichiarazioni dell'azienda di Ponzano Veneto dopo la tragedia di Dacca e le proteste di giovedì a Padova, Venezia, Vicenza e Trieste

Giornata di mea culpa e di proteste, giovedì, per il gruppo Benetton.

I punti vendita veneti del marchio, come a Padova, Venezia e Vicenza, sono stati presi d'assalto dai centri sociali, che hanno organizzato una dura protesta per le centinaia di morti nel crollo del Plaza Rana a Dacca, in Bangladesh, il 24 aprile scorso.

"Tutti noi a Benetton siamo rimasti profondamente scossi dai drammatici eventi legati al crollo del Rana Plaza in Bangladesh - ha dichiarato l'ad di Benetton Group Biagio Chiarolanza - Proprio per questo, nelle settimane successive all'incidente siamo stati in prima linea nell'affrontare le problematiche che la tragedia di Dacca ha portato alla luce".

"Sono problematiche che coinvolgono l'intero settore ed è con questa consapevolezza che la scorsa settimana ci siamo fatti promotori del Fire Safety Building Accord - ha puntualizzato il portavoce del gruppo di Ponzano - al fine di migliorare in maniera definitiva le condizioni di sicurezza e di lavoro dei lavoratori impiegati nel tessile in Bangladesh".

Proprio giovedì mattina l'azienda aveva annunciato una partnership con Brac, riconosciuta come la prima Ong al mondo per impatto, innovazione e sostenibilità, e tra le più tempestive nel fornire assistenza alle vittime del crollo di Dacca. Benetton si è impegnata a fornire assistenza medico - sanitaria ai sopravvissuti e sostegno economico e psicologico alle famiglie delle vittime.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crollo in Bangladesh, Benetton profondamente scossa

TrevisoToday è in caricamento