Cronaca

San Biagio di Callalta, nel 2014 oltre 200 veicoli senza revisione

Bilancio della polizia locale: 76 quelli sprovvisti di assicurazione. Il comando ha assunto un nuovo agente a partire da gennaio 2015

Il comando della polizia locale di San Biagio di Callalta

SAN BIAGIO DI CALLALTA Oltre duecento veicoli senza la revisione e quasi un centinaio sprovvisti di assicurazione. Solo nel territorio di San Biagio di Callalta la polizia locale ha fermato nel corso del 2014 più di trecento aut che circolavano irregolarmente. Di questi, sono 235 gli automobilisti pizzicati senza revisione. Il dato è emerso nel corso del bilancio dell’attività della municipale di San Biagio di Callalta nel 2014.

“Un primo dato positivo – osserva il comandante Giovanni Faveretto – riguarda il calo degli incidenti stradali da noi rilevati: sono stati 67 (di cui 51 a San Biagio) contro i 72 del 2013, tra l’altro nessuno di questi mortale. La nostra costante presenza sul territorio ci ha permesso inoltre di individuare 10 persone in possesso di documenti falsi, di denunciare 8 persone per truffa, 6 per molestia e spaccio, 20 per guida in stato di ebbrezza e 12 per guida senza patente”. Per conto del Ministero degli interni, gli agenti del comando di polizia locale hanno provveduto anche ad accertare 256 violazioni a carico di autotrasportatori. “A questa attività sulle strade – ricorda il comandante– affianchiamo, caso quasi unico in provincia, un intenso lavoro di polizia scientifica: lo scorso anno abbiamo fotosegnalato ben 19 persone. Attività importante per il contrasto della criminalità”.  A tal proposito va ricordata anche la sinergia esistente tra il comando di Polizia locale e il comando dei Carabinieri, impegnati nel condividere l’azione di presidio del territorio.  

Al comando della polizia locale di San Biagio di Callalta che, sulla base di una convenzione, presidia anche i comuni di Monastier e Zenson di Piave, c’è stato un nuovo arrivo. Il 2015 si è aperto con l’assunzione, attraverso procedura di mobilità, di una agente proveniente da Vedelago con sette anni di esperienza alle spalle. “Grazie al suo arrivo – spiega il sindaco di San Biagio Alberto Cappelletto – sarà possibile garantire una maggiore continuità di presenza sull’intero territorio a tutela della sicurezza dei cittadini”. L’assunzione del nuovo agente era da tempo tra gli obiettivi dell’amministrazione comunale, ma i blocchi imposti dalle leggi statali avevano impedito fino ad ora di poter avviare l’iter per la mobilità. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Biagio di Callalta, nel 2014 oltre 200 veicoli senza revisione

TrevisoToday è in caricamento