menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bimbo nasce morto, quattro medici finiscono davanti al giudice

I fatti risalgono al 2007, quando una donna si reca a Oderzo a causa di alcune perdite. Niente di anomalo per i medici, ma poi perde il bimbo

ODERZO - Un bambino nasce morto, quattro medici finiscono davanti al giudice per aborto colposo. Sarà una perizia a stabilire le cause che hanno portato al decesso del piccolo. Secondo quanto ricostruito, la mamma, già con due figli, sarebbe corsa all'ospedale di Oderzo a causa di alcune perdite di sangue che secondo i medici non sembravano gravi. 

Il giorno dopo, però, come riporta la Tribuna di Treviso, il bimbo è morto e quattro medici sono finiti a procsso. G.B., D.D.N., A.P. e S.Q., assistiti dagli avvocati Piero Pignata, Federico Vianelli e Massimo Sonego. I medici accusati sono tornati in aula dopo uno stop del processo con l'intervento della Corte Costituzionale. Dopo il risarcimento, secondo la difesa, il caso sarebbe stato da archiviare. 

Il giudice, però, ha interrogato anche la Suprema Corte che ha confermato si dovrà andare avanti. Il reato d'aborto è procedibile d'ufficio. Secondo quanto sostiene l'accusa, con un parto cesareo immediato il bimbo sarebbe nato senza problemi. 

I fatti risalgono a marzo 2007, quando una donna trevigiana si sarebbe svegliata la mattina e si sarebbe accorta di avere delle perdite, quasi al termine della gravidanza. Si sarebbe fatta accompagnare all'ospedale di Oderzo dal marito, ma i medici non avrebbero registrato nulla di anomalo. Qualche peggioramento nella notte e una nuova fuga in ospedale il mattino seguente, ma ormai era già tardi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'Arsenale di Roncade ceduto al fondo francese C-Quadrat

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento