Cronaca

Blitz degli animalisti contro un imprenditore trevigiano che ha abbandonato il suo cane

L'uomo si sarebbe recato nel rifugio di Rubano (PD) per abbandonare il suo labrador Willy affetto da cecità e molto anziano. Il collettivo di 100% Animalisti ha però contestato la scelta

TREVISO Sotto le feste di Natale ha portato Willy, un labrador ormai anziano, cieco, sordo e sofferente di artrosi al rifugio di Rubano (PD) con l'intento di disfarsene, dichiarando che in altro modo l'avrebbe soppresso. Di fronte alle minacce, le volontarie del canile non si sono tirate indietro ed hanno accolto nella loro struttura il povero animale.

Qui il video di Willy che cerca il suo padrone dopo essere stato abbandonato: 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

BLITZ "Ma che razza di individuo può essere, chi fa cose simili?", hanno dichiarato indignati gli attivisti dell'associazione 100% Animalisti. Gli stessi che, nella notte tra lunedì e martedì, hanno affisso un manifesto di "liberazione animale" ed un paio di striscioni molto duri sulle vetrate di ingresso dell'azienda di proprietà dell'ex padrone di Willy, in via Nona Strada, a Padova. L'uomo, secondo quanto raccontato dai rappresentanti del collettivo, sarebbe un imprenditore trevigiano residente a Vigonovo (VE): "M.C. è un personaggio abbastanza conosciuto, uno pseudo imprenditore e noto imbroglione pregiudicato, già condannato anni fa per truffa e bancarotta e ora nuovamente processato per reati legati alla gestione di un’emittente televisiva locale. Una degna persona a cui auguriamo solo che il karma faccia il suo corso. E' stata un’azione infame, speriamo solo che anche lui possa esser trattato allo stesso modo in futuro".

ADOTTATO Willy, essendo un cane che difficilmente sarebbe stato adottato, per ironia della sorte è finito nella casa di una militante di Centopercentoanimalisti, con l’unico scopo di far trascorrere gli ultimi giorni che gli rimarranno circondato da calore ed affetto. Willy nella sua nuova casa ha fortunatamente legato subito anche con Fanè, Gatta tripode, anche lei adottata dopo un increscioso episodio legato alle giostre di Monselice (PD). Chissà che con queste nuove amorevoli amiche possa vivere gli ultimi momenti di vita in felicità.

Nella foto sotto Willy con la sua nuova amica Fanè, la "gatta tripode"

Willy-3-2

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz degli animalisti contro un imprenditore trevigiano che ha abbandonato il suo cane

TrevisoToday è in caricamento