menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Blitz nel disco-bar, doppio persone consentite e droga per terra

Locale che contiene al massimo 200 persone, ma all'interno ce n'erano 500. Sul pavimento vari grammi di hashish, marija e cocaina

Blitz dei carabinieri di Castelfranco Veneto in un disco-bar di Casella d’Asolo. All’interno del locale, in cui era stata organizzata la festa “Easy Friday”, oltre cinquecento persone. Peccato che la licenza ne avrebbe permesse al massimo duecento. Oltre all’infrazione del regolamento, igiene e sicurezza precaria. Gettati a terra, vari grammi di droga, di cui i consumatori avevano tentato di disfarsi all’arrivo dei militari. Scattate la denuncia per il gestore dell’esercizio e la proposta di sospensione dell’attività.

L’intervento è partito intorno all’una nella notte tra venerdì e sabato. Una trentina di militari, tra cui anche personale del Nas e dell’unità cinofila, hanno fatto irruzione nel locale. Accertando che le normative relative alla capienza massima di persone all’interno della sala erano state violate. Sul pavimento, cocaina, hashish e marijuana. Quantità non considerevoli, dato il numero elevato di persone presenti alla festa. Ad ogni modo, gettato al suolo per tentare di sfuggire alle sanzioni penali.

L’operazione si è conclusa con la denuncia del titolare dell’attività. Accusato di avere fatto entrare oltre il doppio delle persone rispetto al numero massimo indicato nella licenza. Inoltre le norme igienico sanitarie e di sicurezza erano state altrettanto trascurate. La denuncia è stata inoltrata alla questura di Treviso, insieme alla richiesta di sospendere l’esercizio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, l'imprenditore Amir Vettorello muore a 46 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento