menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aiuti alle famiglie, Manildo: “Presto un bonus bebé da assegnare in base all’ISEE”.

Azioni in arrivo, da parte dell'amministrazione comunale,che intendono infondere fiducia anche tra quelle coppie che, specie per motivi economici ed occupazionali, continuano a rimandare l'ipotesi di diventare genitori

TREVISO  “Dobbiamo aiutare sempre di più le famiglie perché rappresentano il perno della nostra società, il luogo dove si formano gli adulti di domani”. Così il sindaco di Treviso Giovanni Manildo rispetto agli aiuti vecchi e nuovi che l’amministrazione comunale di Treviso ha già messo in campo o intende mettere a disposizione di tutti i cittadini che abbiano o intendano creare un nuovo nucleo familiare.

Azioni che intendono infondere fiducia anche tra quelle coppie che, specie per motivi economici ed occupazionali, continuano a rimandare l’ipotesi di diventare genitori. Il calo delle nascite è evidenziato anche dai numeri dell’ufficio anagrafe: 622 i nuovi nati nel 2013, 648 nel 2014 e 604 nel 2015. Una flessione che anche se lieve conferma il trend negativo.

“Per questo stiamo pensando a un contributo, un bonus bebé, da assegnare alle famiglie in base al reddito ISEE – annuncia il primo cittadino – Non un contributo a pioggia, come era in passato, ma un aiuto reale ai nuovi genitori che davvero ne abbiano bisogno”.

Sul provvedimento stanno lavorando congiuntamente per il reperimento delle risorse l’assessore al bilancio Alessandra Gazzola e l’assessore ai servizi demografici e alla città educativa Anna Caterina Cabino. “Va comunque sottolineato che sono diverse le azioni che l’amministrazione comunale ha messo in campo proprio a favore della famiglia – dichiara l’assessore Anna Caterina Cabino - riducendo le rette dei nidi per i secondi figli e con maggiori riduzioni per i terzi, introducendo agevolazioni per la mensa, attivando gli affitti sociali, collaborando per la gestione dell'emporio solidale e organizzando i centri estivi”.

Nel 2015, per esempio, il numero totale di iscritti al servizio mensa è stato di 4210 bambini. Di questi quasi il 40 % gode a vario titolo della tariffa agevolata, sia essa l’esenzione totale, il 6 %, sia il prezzo agevolato in base all’ISEE, 15%, sia l’agevolazione applicata al secondo fratello , 15%.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
blog

Il papà più bello d'Italia? Ha 34 anni, è trevigiano ed è gay

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento