rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Cronaca Centro / Via Sant'Agostino

Bordello di Treviso: rinviata a giudizio maîtresse scoperta dalle Iene

Il 18 settembre 2012 la maîtresse del bordello del centro dovrà presentarsi al Tribunale di Treviso. A deciderlo il gup, che rinviato l'imputata a giudizio per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione

Si riaccendono i riflettori sul bordello di Treviso, scoperto da "Le Iene". Dopo il vizio di procedura che aveva bloccato la prima udienza, è ripartito il procedimento penale a carico di B.Z. la maîtresse sessantatreenne di Sacile accusata di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

Il gup Elena Rossi ha rinviato fissato per il 18 settembre prossimo il giorno in cui l'imputata dovrà presentarsi di fronte ai giudici del Tribunale di Treviso.

La casa di appuntamenti di via Sant'Agostino era stata scoperta nell'aprile del 2010 dall'inviato de "Le Iene", Luigi Pelazza. Il bordello si trovava in pieno centro, sotto gli occhi di tutti e vantava clienti dai 20 ai 70 anni, da studenti e operai a imprenditori e manager, molti dei quali sposati o fidanzati.

IL VIDEO DE "LE IENE"

Secondo quanto emerso dalle indagini sarebbero state almeno una ventina le ragazze della casa a luci rosse e il costo delle prestazioni, contrattato dalla maîtresse, variava dai 100 ai 200 euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bordello di Treviso: rinviata a giudizio maîtresse scoperta dalle Iene

TrevisoToday è in caricamento