menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inaugurato il bosco di Mogliano: piantati i primi alberi dagli studenti delle scuole

Una bellissima iniziativa ha preso il via nella giornata di sabato 18 novembre. Il progetto del bosco cittadino prevede la creazione di un polmone verde con centinaia di alberi

MOGLIANO VENETO Con la messa a dimora delle prime piante ha preso vita, nelle scorse ore, il progetto per la realizzazione del Bosco di Mogliano. Si trova nel quartiere Ovest, in Via Selve (all'incrocio con la SP 106, in prossimità del civico n. 64) non distante dalle Scuole medie Hack.

Le ragazze e i ragazzi della scuola media hanno piantato alcune centinaia di piante autoctone di cui si prenderanno cura nel tempo. Le associazioni promotrici, sono state presenti al loro fianco con vanghe, zappe e palette metalliche per aiutare gli studenti. Si tratta di un progetto di riqualificazione voluto dall'Amministrazione Comunale e realizzato con la collaborazione di varie associazioni: APIO, Circolo Piavenire Legambiente, Comitato a difesa delle ex Cave di Marocco, Quartiere Ovest, Circolo Ric. Anziani Ovest, Alpini, Amici del Parco Arcobaleno, Volontari del Verde. “Creare un polmone verde che ci aiuti a migliorare la qualità dell’aria, della vita, perché sarà a disposizione dei cittadini per camminare in un ambiente sano, e della consapevolezza ambientale dei nostri ragazzi che potranno partecipare a iniziative didattiche, è lo scopo di questo bel progetto che farà diventare ancora più “verde” la nostra città”, ha commentato il Sindaco di Mogliano Carola Arena.

Tra i principali scopi del progetto, infatti, c’è la creazione un polmone verde in un area urbana e contestualmente una barriera in grado di assorbire polveri sottili prodotte dall’inquinamento derivante dal traffico delle arterie che si snodano non lontano e promuovere la difesa della biodiversità delle specie locali piantumando essenze arboree adatte al terreno e all’area, mantenendo le caratteristiche tipiche delle foreste che un tempo popolavano la pianura veneta per conservare il patrimonio genetico di biodiversità della campagna moglianese. “Un bosco è un ecosistema che assorbe dall’atmosfera le famigerate polveri sottili e l’anidride carbonica, il principale gas responsabile dei mutamenti climatici. Questo bosco è anche un importante Laboratorio di educazione ambientale che si attuerà, continuando nel tempo, nelle scuole medie a cura del Circolo Piavenire di Legambiente e con la disponibilità degli insegnanti”, ha commentato l’Assessore all’ambiente Oscar Mancini. Inoltre, il Bosco fornirà un luogo di aggregazione all’aperto dove le persone potranno ritrovarsi rilassarsi ma anche conoscere l’ambiente ed imparare - tramite attività promosse dal Comune e dalle associazioni locali. E’ decentrato e raggiungibile facilmente per strade scarsamente trafficate e incentiverà le persone a camminare, grazie all’attività promossa da APIO con i “gruppi di cammino”. Il bosco sarà anche un luogo dell’imparare, parte di un progetto di formazione promosso da educatori di Legambiente che lavoreranno assieme agli insegnanti e ai ragazzi della scuola media M. Hack, poco distante, realizzando attività che verranno supportate dal Comune, dal Quartiere Ovest e da altre associazioni del territorio che si occupano di tutela ambientale. Il progetto prevede che diventi un laboratorio didattico permanente per l’insegnamento delle scienze naturali e educazione ambientale per tutte le scuole moglianesi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Benetton apre a Firenze un nuovo negozio eco-friendly

  • Cronaca

    Camion finisce fuori strada, perso il carico di terra

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento