Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca

Taglio boschivo abusivo, un intero bosco non esiste più: 1.750 metri cubi di legname sequestrati

Una ditta doveva eseguire lavori di manutenzione alla linea ferroviaria che prevedevano il taglio di alberi entro 10 metri dai binari. Ma si sono spinti troppo in là, radendo al suolo l'intero bosco. I carabinieri li hanno scoperti

L'intervento dei carabinieri

I carabinieri forestali hanno scoperto che una ditta aveva quasi raso al suolo un intero bosco, l’ultimo della zona, per altro non rispettando i permessi concessi. Al titolare arriverà una multa tra i 15 mila e i 51 mila euro.

Il fatto

L’ultimo lembo di bosco che costeggiava la linea ferroviaria Vicenza-Treviso nell'Alta padovana non esiste più. A scoprirlo sono stati i carabinieri forestali di Cittadella grazie a una segnalazione. Un automobilista guidando lungo la ss 53 ha visto che tantissimi alberi venivano abbattuti e i carabinieri hanno effettuato subito un sopralluogo con i tecnici dell’Unità organizzativa forestale della Regione Veneto. Ed è così che i militari hanno sequestrato 1.750 metri cubi di legname tagliato illecitamente. Una ditta trevigiana doveva eseguire dei lavori di taglio della vegetazione entro dieci metri dalla linea ferroviaria per garantirne la sicurezza. Ma gli operai si sono spostati più in là del dovuto. Decisamente più in là. Hanno tagliato il 90 per cento degli alberi presenti, cioè 20 volte rispetto a quanto autorizzato. Un danno ambientale non da poco. Al titolare della ditta è contestato il reato di esecuzione di opere su beni paesaggistici in assenza di autorizzazione, un reato che prevede l’arresto fino a due anni e un’ammenda che può andare dai 15 mila ai 51 mila euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Taglio boschivo abusivo, un intero bosco non esiste più: 1.750 metri cubi di legname sequestrati

TrevisoToday è in caricamento