Botte davanti al supermercato, consigliere comunale verso le dimissioni

Piergiorgio Pavan, capogruppo della Lega al consiglio comunale di Paese, ha convocato per venerdì 2 ottobre un vertice a cui parteciperanno il Sindaco Katia Uberti e Danilo Mazzone, finito nella bufera dopo essere stato indagato dalla Procura di Treviso

Danilo Mazzone, consigliere delle Lega a Paese, risulta indagato dalla Procura di Treviso

«C'è di mezzo un atto violento e io sono sempre contro la violenza». Lo dice Piergiorgio Pavan, capogruppo della Lega al consiglio comunale di Paese, che ha convocato per venerdì 2 ottobre un mini vertice a cui parteciperanno il Sindaco Katia Uberti e Danilo Mazzone, il consigliere finito nella bufera dopo essere stato indagato per lesioni aggravate dalla Procura di Treviso.

Mazzone, a fine maggio, avrebbe spinto Raffaele Petricciulo, il 54enne che qualche settimana prima era stato raggiunto da una fucilata sparata da un 74enne, vicino di casa, rompendogli un braccio. «Ho appreso la notizia dagli organi di informazione - dice Pavan - è una cosa molto grave per cui non ci possono essere giustificazioni. Domani, giovedì 1 ottobre, ci sarà una consultazione degli eletti delle Lega al Consiglio comunale, credo si arriverà a chiedere le dimissioni di Mazzone». Il consigliere comunale stasera non presenzierà al consiglio in cui, c'è da scommetterci, la sua vicenda farà la parte del leone, con le opposizioni pronte ad attaccarlo. «Questioni di opportunità politica - ha detto il diretto interessato - mi impediscono di partecipare».

I fatti sono avvenuti nel parcheggio del supermercato Lidl a Treviso. Mazzone era bordo di un mezzo, che riportava sulla fiancata l'effige del Leone di San Marco  quando Petricciuolo gli sarebbe sbucato di fronte all'improvviso in sella al suo scooter. Mazzone frena di colpo e i due si scambiano qualche intemperanza a distanza. Poi però l'atmosfera si sarebbe fatta rovente: l'esponente leghista sarebbe uscito dall'auto e i due avrebbero iniziato a litigare, scambiandosi minacce. Poi sono passati alle vie di fatto e in un attimo Petricciuolo si è ritrovato a terra, dolorante ad un braccio.

L'esito della visita in pronto soccorso parla di una frattura e tempi di recupero che superano i 40 giorni. Sul posto sono intervenuti alcuni agenti della Polizia Locale di Treviso che, ricostruita la dinamica, hanno denunciato Mazzone, a sua volta querelato dalla vittima. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Zaia: «Zona arancione in Veneto durerà un paio di settimane»

  • Lascia un messaggio al bar: «Grazie, ho vinto quasi due milioni di euro»

  • Veneto zona arancione per un'altra settimana: «Penalizzati dall'ospedalizzazione»

  • Telepass: «Due anni di canone gratuito per i residenti nella Marca»

  • Corre in strada nuda e insanguinata: i residenti chiamano la Polizia

  • Dimagrire velocemente: che cos'è la dieta del riso

Torna su
TrevisoToday è in caricamento