Bracconaggio durante la quarantena da Coronavirus: denunciato un 73enne

L'uomo aveva posizionato molteplici trappole lungo degli alberi nella zona a sud di Villarazzo, a Castelfranco Veneto. Per lui sono scattate tre denunce differenti

Uso di mezzi non consentiti nell’attività di caccia, maltrattamento di animali e mancato rispetto del decreto del presidente del Consiglio dei Ministri sul divieto di movimento durante l'emergenza legata al Coronavirus. Sono queste le tre denunce comminate nelle scorse ore ad un 73enne castellano trovato a operare del bracconaggio lungo le aree verdi a sud di Villarazzo di Castelfranco Veneto. A bloccare l'uomo, dopo settimane di indagini e alcuni giorni di appostamenti, sono stati i carabinieri forestali della stazione AsoloMontegrappa. L'uomo, da quanto constatato dai militari, aveva posizionato molteplici trappole lungo degli alberi e delle siepi della zona, catturando persino alcuni corvi e gazze che sono però specie protette. Una volta scoperto, l'anziano non ha opposto resistenza e, dopo aver sequestrato tutte le trappole e liberato gli uccelli, i carabinieri hanno infine denunciato l'uomo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve e vento forte, scatta l'allerta meteo in Veneto

  • Natale e Capodanno: trovato il modo per festeggiare

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Una settimana di agonia dopo il malore, morto Remo Sernagiotto

  • Festa in casa con 42 persone, vicini chiamano i carabinieri

  • Festa nel locale con 120 persone: blitz di polizia, polizia locale e carabinieri

Torna su
TrevisoToday è in caricamento