Mercoledì, 17 Luglio 2024
Cronaca Breda di Piave

Marco donerà cornee, valvole cardiache e tessuti. Il presagio della moglie: «Temevo potesse succedere»

Grande dolore e cordoglio a Breda di Piave per la scomparsa del 52enne manager Electrolux e sommelier della Fisar. Sotto choc anche il figlio 19enne che pochi anni fa aveva perso un amico sempre a causa di un incidente stradale in moto

«Temevo potesse succedere, era una moto troppo potente, forse non adatta a lui». Il giorno dopo la perdita del marito, Marco Gasparini, 52 anni, è ancora molto forte e intenso il dolore della moglie Valeria che ancora non si capacita di quanto accaduto. Lo schianto in cui l'uomo ha perso la vita è avvenuto lunedì pomeriggio a poche centinaia di metri da casa, in via Bovon, in località Campagne a Breda di Piave. In sella ad una Kawasaki 800 il 52enne è uscito di strada, affrontando una curva a destra, è finito contro un cartello stradale ed è stato poi disarcionato dal veicolo. Per lui, manager di Electrolux e da qualche anno sommelier nelle fila della Fisar, non c'è stato nulla da fare: troppo gravi le lesioni riportate. I medici e gli infermieri del Suem 118 non hanno potuto far altro che constatare il decesso. Sulle cause dell'incidente sono pochi i dubbi della polizia locale: probabilmente l'alta velocità.

La famiglia di Marco Gasparini, in queste ore inondata di messaggi di cordoglio dai tanti amici e colleghi che conoscevano il 52enne, ha dato il consenso per l'espianto di cornee, valvole cardiache e tessuti. I funerali, non ancora fissati, saranno celebrati nei prossimi giorni a Breda di Piave, probabilmente venerdì o sabato. L'episodio ha sconvolto non solo la moglie ma anche il figlio, Alessio, che solo pochi anni fa ha perso un caro amico in un drammatico incidente stradale, sempre in moto.

sommelier-4

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marco donerà cornee, valvole cardiache e tessuti. Il presagio della moglie: «Temevo potesse succedere»
TrevisoToday è in caricamento