menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

All'Ama Music Festival tutto bene: Brunori Sas e Thurston Moore accendono Asolo

Seconda serata di gran qualità per il festival musicale asolano che continua ad alternare con grande intelligenza artisti di fama internazionale alle migliori realtà della musica italiana. Giovedì sera appuntamento imperdibile con il canadese Mac DeMarco

ASOLO E' stata una seconda giornata all'insegna del connubio tra grande musica italiana e internazionale, quella andata in scena mercoledì 23 agosto sul palco dell'Ama Music Festival di Asolo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ad aprire la kermesse musicale sono stati i newyorkesi Beach Fossils con un concentrato di musica giovane e accattivante. Riff di chitarra sospesi e sognanti, alternati a crescendo strumentali di grande intensità che hanno dato la carica giusta alla giovane e variegata platea asolana per accogliere gli attesi Marlene Kuntz, gruppo alternative rock italiano formatosi nel 1989 e originario della provincia di Cuneo. Tra colpi di chitarra distorta e testi carichi di rabbia e potenza, l'esibizione della band italiana è stata tra le più apprezzate della serata. Un preludio ideale a una vera e propria leggenda della musica internazionale. In perfetto orario con il programma delle esibizioni, alle 21.30, Thurston Moore, storico membro dei Sonic Youth, è salito sul palco del festival insieme alla sua band per uno show di grande impatto che ha immerso nelle incredibili atmosfere rock, capaci di segnare un'epoca, le centinaia di persone accorse ad Asolo. Alle 23 in punto è iniziato invece il gran finale della serata, con l'atteso tour di "A casa tutto bene", ultimo disco della Brunori Sas, apprezzatissima band capitanata dal cantautore cosentino Dario Brunori che ha portato la poesia della sua musica in una cornice a dir poco magica. Attentissimo e completamente coinvolto il pubblico di Asolo che ha accompagnato l'esibizione di Brunori con momenti di grande entusiasmo. "La verità" è stato il pezzo che ha aperto il concerto, a cui hanno fatto seguito grandi successi come "Lamezia Milano" e "Kurt Cobain". Nel finale spazio anche alle splendide "Arrivederci tristezza" e "Rosa". Nonostante la grandissima proposta di artisti internazionali offerta dal festival asolano, sembra che il pubblico trevigiano presente mercoledì sera abbia apprezzato leggermente di più gli artisti italiani rispetto agli altri, almeno a livello di accoglienza e coinvolgimento durante i live. Vedremo se questo trend continuerà anche durante le prossime giornate del festival. Giovedì sera l'ospite d'onore sarà il canadese Mac DeMarco mentre venerdì 25 agosto gran serata all'insegna della musica italiana con Ermal Meta, Elio e le storie tese e i Baustelle. Semplicemente imperdibile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Attualità

A Pederobba è il giorno del taglio del nastro per il nuovo IperTosano

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento