rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Cronaca

Un bunjee jumping da sessanta metri e un muro di jeans: grandi novità per Home Festival

L’edizione di quest’anno è la più grande di sempre: per gli artisti di fama mondiale e per l’espansione del festival su tutta l’area della Dogana. Ottava edizione al via il 30 agosto

TREVISO L’ottava edizione di Home Festival dà una grande svolta storica. Dura cinque giorni, dal 30 agosto (data ad ingresso gratuito grazie alla partnership con Aperol Spritz) fino al 3 settembre e porta in scena artisti di fama mondiale tra cui Duran Duran, Liam Gallagher, The Libertines, London Grammar, Justice, Steve Angello, The Wailers, Moderat, The Bloody Beetroots. E sul fronte degli italiani J-Ax&Fedez, Mannarino, Marra&Guè, Afterhours, Samuel. 

Ma non è “solo” per il livello degli artisti che HF si definisce grande, è anche per la maestosa macchina dell’intrattenimento che quest’anno occupa l’intera superficie dell’area della Dogana. Tradotto: 95 mila metri quadri di attrazioni, show, expo, food, servizi, attività culturali e commerciali. Luca Boso, il manager della logistica: “Per questa edizione abbiamo ingrandito tutto, partendo dallo stesso palco che misura 47 metri di larghezza e due megaschermi a lato. Ci saranno anche nuove attrazioni come il bungee jumping alto 60 metri e servizi tra cui le rampe per i disabili e il guardaroba all’ingresso”. La cura per la scenografia poi non è da meno. “Abbiamo studiato un sistema di illuminazione che valorizzasse alcune parti di area che lo scorso anno non emergevano – continua Boso – per diffondere stile e atmosfera su tutta l’area”. Di certo l’impatto visivo (ed emotivo) è notevole se si pensa all’adrenalinico bungee jumping che assicura lanci da 60 metri di altezza. Tra le novità, la terrazza “Area Vip” siglata Aperol è ancora più grande, viene aggiunta una nuova tenda stage per la musica elettronica, ci sarà un mega muro di tessuto jeans  di 10 metri (by Isko) intitolato “Before I Die I Want to…” che invita tutti a scrivere le cose da fare assolutamente prima di “passare ad altra vita”, punti per il rifornimento d’acqua tra cui una vera e propria casetta, ancora più alto il condominio firmato Redbull e ci sarà anche un chiringuito con tanto di sabbia e ombrelloni.

Dal cuore di Treviso salpa per HF anche l’Home Rock Bar sotto forma di cisterna customizzata in bar con lo stile rock’n roll che contraddistingue l’olimpo della musica in fonderia. Ma le sorprese non finiscono qui. Ci sarà anche un primato: per la prima volta infatti il truck americano di Jack Daniel’s raggiungerà Treviso per stazionare nell’area del Festival, immaginate un mega tir che si trasforma in autentico bar su ruote, l’impatto sarà altamente scenografico. L’altro truck originale è quello di Red Bull che all’interno ospita uno studio di registrazione e dirette radio e interviste live durante i giorni della manifestazione, a diretto contatto con il popolo festivaliero attraverso le ampie finestre che mostrano ciò che accade all’interno. Sul piano enogastronomico, oltre a confermare i food truck e i stand della scorsa edizione con specialità da tutto il mondo, ci sarà anche il Vegan e il Consorzio del Prosciutto San Daniele. Ultima importante novità riguarda infine l’offerta dei servizi che, oltre all’introduzione dei token rimborsabili come già annunciato, viene potenziata attraverso l’introduzione di altre rampe per agevolare l’accesso ai portatori di handicap, l’inserimento all’ingresso di un info point dove poter caricare i propri dispositivi e uno spazio con armadietti di metallo e chiusure di sicurezza che fungerà da guardaroba.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un bunjee jumping da sessanta metri e un muro di jeans: grandi novità per Home Festival

TrevisoToday è in caricamento