rotate-mobile
Cronaca San Polo di Piave / Via del Carmine, 2

Tragedia sul lavoro a Ca' di Rajo, migliorano le condizioni di Alberto Pin

Buone notizie dall'ospedale dove resta ricoverato il 31enne di Cordignano, collega di Marco Bettollini morto nella cisterna dell'azienda vinicola di San Polo di Piave. Disposta l'autopsia sul corpo della vittima, avviso di garanzia alla rappresentante legale

Ci sono segnali positivi e di speranza per una ripresa di Alberto Pin, il dipendente dell'azienda Ca' di Rajo Wines rimasto coinvolto nel tragico incidente sul lavoro in cui, giovedì 14 settembre, ha perso la vita Marco Bettollini, 46enne di Bassano del Grappa.

In una nota ufficiale diffusa sabato 16 settembre, la famiglia di Alberto Pin ha voluto ringraziare "tutte le persone che ci sono state vicine" e le tante dimostrazioni di affetto arrivate in queste ore a sostegno del 31enne di Cordignano. "Ci stringiamo alla famiglia di Marco in questo momento di dolore" concludono i familiari di Alberto Pin le cui condizioni di salute starebbero progressivamente migliorando. Sempre nella giornata di oggi, intanto, è stato notificato all’avvocato Andrea Franchin un nuovo avviso di garanzia nei confronti di Sandra De Giusti, legale rappresentante di Ca' di Rajo, per i reati di omicidio colposo e lesionio personali colpose. Nella giornata di venerdì gli avvisi di garanzia erano stati notificati ai titolari dell'azienda con sede nella frazione di Rai a San Polo di Piave. Nel frattempo è stata disposta l'autopisa sul corpo di Marco Bettolini, il 46enne morto mentre stava lavorando, a causa delle esalazioni fatali dalla cisterna in cui era entrato per prestare soccorso al collega. Il conferimento dell incarico da parte del pubblico ministero al medico legale è stato fissato per lunedì 19 settembre alle ore 12.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia sul lavoro a Ca' di Rajo, migliorano le condizioni di Alberto Pin

TrevisoToday è in caricamento