Al Ca' Foncello torna "Arte in corsia" con pittura, danza e letteratura

Per allietare la permanenza dei pazienti nel nosocomio, l'Associazione Artisti Trevigiani come ogni anno esporrà in inverno alcune opere

Un angolo della mostra

TREVISO Torna la manifestazione “Artisti in corsia”. Anche quest’anno l’Associazione Artisti Trevigiani esporrà alcune opere dei propri soci all’Ospedale Ca’ Foncello di Treviso, manifestando la propria umana vicinanza a chi è costretto a restare separato dal proprio ambiente famigliare e domestico. Quest’anno la mostra vedrà l’esposizione delle opere nel corridoio d’ingresso e nelle sale d’attesa della Prima e Seconda Medicina. Le opere saranno esposte in due momenti specifici: dal 1 Dicembre 2015 al 15 Gennaio 2016 e dal 16 Gennaio al 28 Febbraio 2016. Quest’anno, inoltre, l’Associazione Artisti Trevigiani ha voluto dialogare con altre realtà, aprendo le porte a molteplici forme d’arte: dalla letteratura alla danza, dall’arte terapia al disegno. L'iniziativa è stata presentata oggi, alla presenza del Direttore della Funzione Ospedaliera Patrizia Benini.

“Le opere proposte – spiega Silvano Bonazza, presidente degli Artisti Trevigiani - sono lette come il bisogno di celebrare la vita. Ogni opera esposta è paragonabile a tasselli colorati che vanno a comporre un mosaico pregno di quella quotidianità che ci viene svelata e alla quale abbiamo la possibilità di accedere oggi, lasciandoci travolgere da un vortice di sensazioni e emozioni. L’arte ha, infatti, da sempre, svolto una funzione sociale: mostrare i sentimenti migliori, coinvolgendo l’osservatore, il quale potrà trovare sempre nell’opera d’arte anche il lato mai espresso dei suoi pensieri e dei suoi sentimenti. L’arte arriva, così, a liberare l’uomo dalle sue costrizioni e lo trasporta in una dimensione di realtà sognata. Arrivare a riprovare le emozioni dell’arte significa riuscire a superare i propri limiti, anche quelli imposti dalla malattia". L'Associazione Artisti Trevigiani è nata nel 1981 da un gruppo di amici pittori fra i quali Ciro Zanetti (Xirò) che ne è stato presidente fino all'anno 2013. E’ intimamente legata alla città di Treviso e al suo territorio circostante, in particolare al suo suggestivo paesaggio, che ha ispirato generazioni di artisti in passato, soprattutto a cavallo tra ‘800 e ‘900.

Durante i due mesi di durata della mostra saranno, infatti, organizzati una serie di eventi collaterali:

· Mercoledì 2 dicembre 2015, ore 11:00: Inaugurazione ufficiale

· Mercoledì 9 dicembre 2015, ore 15:00: Sara Binaschi si esibirà in canti natalizi presso la sala d’attesa della 2° Medicina

· Mercoledì 16 dicembre 2015, ore 15:00: Elena Uliana presenterà ed illustrerà alcune opere d’arte presso la sala d’attesa della 1° medicina del PO di Treviso

· Martedì 19 gennaio 2016, ore 15:00: Silvano Sartori illustrerà la tecnica pittorica olio su tela presso la sala d’attesa della 2° Medicina del PO di Treviso

· Mercoledì 27 gennaio 2016, ore 15:00: Roberto Marsura illustrerà la tecnica del ritratto presso la sala d’attesa della 2° Medicina del PO di Treviso

· Mercoledì 3 febbraio 2016, ore 15:00: violista Giorgia Bignami, concerto per viola sola, presso sala d’attesa della 2° Medicina del PO di Treviso;

· Giovedì 18 febbraio 2016, ore 15:00: Gianluca Ascione presenterà il libro “Polvere & ombra” presso la sala d’attesa della 1° Medicina del PO di Treviso

· Martedì 1 marzo 2016, ore 15:00: Ombretta Frezza terrà una conferenza  di chiusura dell’evento presso la Sala Convegni del PO di Treviso dal titolo :” La rappresentazione del Sile e della campagna trevigiana nell’opera di Beppe Ciardi”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Esce per un controllo delle lepri: muore stroncato da un infarto

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

Torna su
TrevisoToday è in caricamento