Il figlio disabile muore in casa a 50 anni: la madre 82enne lo veglia per quattro mesi

La scoperta è stata fatta dalla polizia e dalla figlia della donna dopo che i condomini avevano segnalato cattivi odori provenire dall'abitazione dell'uomo

Una storia drammatica, dove la solitudine e la paura di fare i conti con la realtà travalicano ogni più ragionevole comportamento. Si può riassumere così la vicenda che ha coinvolto un appartamento in via Castellana a Treviso, dove nelle scorse ore la polizia ha ritrovato il corpo, ormai in decomposizione, di un uomo disabile di 50 anni. L'allarme era scattato diversi giorni prima quando i condomini avevano contattato l'amministratore a causa di forti miasmi provenire dall'abitazione in cui il 50enne viveva con la madre 82enne. A nulla erano però valsi i tentativi di mettersi in contatto con i due inquilini, tanto che da Milano è dovuta persino tornare la sorella del 50enne che, dopo aver parlato con la madre ed essere stata comunque assicurata che tutto procedeva per il meglio, ha preferito tornare nella Marca e controllare con i propri occhi. Come però riporta "la Tribuna", la donna si è fatta accompagnare presso l'abitazione dei familiari dalla polizia, la qule ha dovuto insistere e convincere a lungo la 82enne affinché aprisse la porta di casa. Una volta entrati, però, nessuno si sarebbe immaginato di trovare escrementi ed immondizia ovunque, per uno stato di degrado che ormai aveva colpito ogni angolo dell'immobile. A sconvolgere maggiormente i presenti è stato però il ritrovamento del cadavere del 50enne, disteso ancora sul proprio letto, vegliato dall'anziana madre. L'uomo, secondo i primi rilievi del medico legale, sarebbe morto circa 4 mesi addietro e si sarebbe comunque mantenuto in discreto stato grazie alla bassa temperatura della stanza e al buio in cui si trovava. Sarà però l'inevitabile autopsia a determinare realmente le cause del decesso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Guida Michelin 2021: i ristoranti stellati nel trevigiano

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Una settimana di agonia dopo il malore, morto Remo Sernagiotto

  • Festa in casa con 42 persone, vicini chiamano i carabinieri

Torna su
TrevisoToday è in caricamento