menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di archivio

Immagine di archivio

Cadavere nel Livenza a Motta, è di un pensionato di 65 anni

La moglie dell'uomo ne aveva denunciato la scomparsa poco prima del ritrovamento. La salma è stata recuperata dai vigili del fuoco. Mistero sulla dinamica della morte

E' mistero sulla morte di un pensionato di 65 anni, D.P.G., a Motta di Livenza. Domenica mattina il cadavere dell'uomo è stato rinvenuto nelle acque del fiume Llivenza, poco lontano dalla sua abitazione.

Il tragico ritrovamento è avvenuto poco dopo che la moglie della vittima ne aveva denunciato la scomparsa, allarmata da non averlo trovato al suo rientro a casa. Non è chiaro come il 65enne sia finito nelle acque del fiume, se sia caduto accidentalmente o se vi si sia buttato volontariamente.

La salma dell'uomo è stata recuperata dai vigili del fuoco, intervenuti sul posto con un natante e l'unità cinofila.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Coniglietto intrappolato nel camino: salvato dai pompieri

  • Eventi

    La lotta alla Mafia di Falcone e Borsellino raccontata da Pietro Grasso

  • Attualità

    Premio “Giuseppe Mazzotti” Juniores: prorogata la scadenza del bando

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento