rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Cronaca

Ecco il calo estivo delle donazioni di sangue: Avis chiede aiuto

"Andate a donare prima delle vacanze". Il presidente Avis Vanda Pradal chiede ai cittadini della Marca un contributo per sopperire alle mancanze

TREVISO - Con l’arrivo dell’estate e delle vacanze, cominciano a calare le donazioni di sangue nella Marca trevigiana. E l’Avis provinciale, con le sue 90 Avis di base, lancia un invito a tutti i donatori, perché ricordino di andare a donare prima di andare in ferie e durante la stagione estiva e non solo.

I mesi di luglio ed agosto sono, da sempre, i più delicati e il rischio di criticità è sempre dietro l’angolo. Gli ospedali devono aver garantita un’adeguata scorta di sacche di sangue e plasma, che una diminuzione delle donazioni può compromettere. “Nonostante il calo di donazioni riscontrato nel primo semestre di quest’anno, riusciamo al momento a soddisfare tutte le necessità, ma l’autosufficienza di sangue nella nostra provincia si mantiene solo se le donazioni vengono mantenute costanti - spiega la presidente dell’Avis provinciale, Vanda Pradal – anche nel periodo estivo, dove notoriamente sono più frequenti anche gli incidenti stradali. La promessa che tutti noi donatori abbiamo fatto ai malati, non deve essere disattesa, l’impegno alla donazione deve proseguire con continuità nel tempo”

Si può donare usufruendo delle aperture al sabato e domenica di alcuni Centri trasfusionali della provincia e di quelle pomeridiane di Treviso, Conegliano e Vittorio Veneto, oltre che delle raccolte domenicali presso le 37 sedi periferiche (unità di raccolta domenicali).

“E’ un invito alla donazione che rivolgo a tutti i donatori, anche a nome dei presidenti delle Avis comunali, perché tutti insieme si possa trasmettere un invito forte e coordinato ai soci della nostra Associazione e un invito ulteriore a chi donatore non lo è ancora a diventarlo”. La Pradal approfitta dell’invito per rivolgersi anche ai giovani, su cui Avis punta molto. “Abbiamo tanti giovani donatori, anche grazie alle tante iniziative organizzate nel territorio dalle Avis comunali, a cui va il mio sincero grazie, nelle scuole di qualsiasi grado e livello, ma l’estate potrebbe essere davvero una buon momento per tanti giovani di approfittare per conoscere l’Avis e diventare donatori”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco il calo estivo delle donazioni di sangue: Avis chiede aiuto

TrevisoToday è in caricamento