rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Cronaca Resana

Una vita distrutta a 26 anni, ridarà una speranza ad altre persone sofferenti

La famiglia di Leonardo Niero, il ragazzo vittima sabato scorso di un incidente stradale a Resana, ha dato l'assenso per la donazione degli organi

La morte di Leonardo Niero, il ventiseienne di Camposampiero rimasto vittima di un incidente stradale sabato scorso a Resana nel trevigiano, a due passi dai confini con la provincia di Padova, ha ridato la speranza a persone malate che attendevano la donazione degli organi per rivedere un briciolo di luce nel loro futuro. 

Un atto di bontà assoluta

Il giovane operaio, per volontà della sua splendida famiglia ha donato il cuore, il fegato, i polmoni e i reni. Niente di clamoroso se si pensa che Leonardo era un donatore Avis della sezione di Camposampiero da parecchi anni. Già nella giornata odierna, 29 settembre, dovrebbe essere comunicata la data delle esequie. Per l'ultimo saluto a Leonardo saranno in tanti tra amici, conoscenti, colleghi di lavoro che vorranno stringersi ai genitori di Leonardo, il papà Edi di 59 anni, la mamma Rosanna di 54 la sorella Alessia di 17 e il fratello Alberto di 29 anni, per tentare di rendere questo delicato momento meno triste. 

I fatti

Sabato 24 settembre alle 6,30 del mattino la vittima stava rientrando a casa dopo aver finito il turno di notte in fabbrica. E' probabile che a tradirlo sia stato un colpo di sonno. Sta di fatto che i suoi sogni e le sue aspettative hanno subito un brusco e inaspettato stop contro un camion che trasportava mangimi che procedeva in senso opposto di marcia e non ha potuto far nulla per evitarlo. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una vita distrutta a 26 anni, ridarà una speranza ad altre persone sofferenti

TrevisoToday è in caricamento