Bocconi avvelenati: i ladri uccidono una cagnolina per rubare una bici

Il furto è avvenuto nei giorni scorsi in via Piave a Castelfranco Veneto. Aiscia, pinscher di otto anni, è stata avvelenata per rubare una mountain bike

Aiscia, il pinscher avvelenato (Foto di Paolo Cremasco, via Facebook)

Non appena ha sentito che qualcuno era entrato in casa ha provato ad abbaiare per mettere in guardia i suoi padroni ma è stata avvelenata con dei bocconi pieni di veleno topicida. E' morta così Aiscia, pinscher di otto anni, avvelenata nei giorni scorsi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ad ucciderla uno o più ladri di biciclette che hanno colpito diverse abitazioni in Via Piave a Castelfranco Veneto. Il padrone della piccola Aiscia, P.C., non si dà pace per quanto accaduto e, sul suo profilo Facebook, ha pubblicato un lungo messaggio per raccontare la vicenda. «Aiscia è morta tra atroci sofferenze, chi la incontrava lungo la camminata del Muson se la ricorda ancora perché la cagnolina era solita camminare su due zampe per fare festa ai passanti. Uccisa per una bicicletta con un boccone riempito di veleno topicida. Per salvare la vita di Aiscia l'avremmo regalata volentieri quella bici - scrive il padrone su Facebook, rivolgendosi poi ai ladri - Se siete furbi consegnatevi alle forze dell'ordine, perché mi sono già attivato per venire a cercarvi e non ci metterò molto a capire chi siete. A tutti i cittadini di Castelfranco, qualsiasi sospetto di persone o ragazzi che vi sembri possa trafficare con bici di valore Mtb o Corsa, perchè rubano solo queste, lasciatemi un messaggio in privato sui social. Potrebbero essere anche persone di mezza età avvistate proprio in questi gioni mentre controllavano la zona a bordo di un'auto bianca» si legge nel messaggio. Un episodio che ha lasciato senza parole i residenti della zona. Gli autori del furto, per il momento, restano a piede libero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Coronavirus, nuovo aumento di casi in Veneto, Zaia: «Sono preoccupato»

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento