Cronaca San Giuseppe

In aeroporto con oltre 31mila euro non dichiarati: nei guai due passeggeri

A finire nel mirino della Dogana e dei finanzieri sono stati una passeggera in partenza per la Bulgaria ed un uomo in arrivo da Israele

Con la ripresa del traffico aereo si sono intensificati i controlli dei funzionari dell’Agenzia delle Dogane e Monopoli di Treviso, in servizio presso l’Aeroporto Internazionale Canova. Nei giorni scorsi i funzionari ADM, insieme ai militari della Guardia di Finanza, hanno fermato una passeggera in partenza per la Bulgaria e un passeggero in arrivo da Israele che trasportavano complessivamente circa 31.470 euro di valuta non dichiarata. Entrambi i trasgressori si sono avvalsi dell’oblazione che prevede il pagamento immediato di una percentuale sul denaro contante eccedente la soglia consentita di 10mila euro.

Si ricorda che il trasporto di denaro contante o di valori assimilati al seguito dei passeggeri in viaggio da e verso i paesi UE ed Extra UE è libero per importi complessivi inferiori a 10mila euro. È invece necessario compilare una dichiarazione, da sottoscrivere e depositare esclusivamente presso gli uffici doganali al momento dell’entrata nello Stato o in uscita dallo stesso, quando si trasportano somme pari o superiori a 10mila euro. I funzionari di ADM Treviso con la collaborazione della Guardia di Finanza garantiscono giornalmente il controllo della frontiera aeroportuale, ponendosi a servizio dei viaggatori, tutelando al contempo, tramite accurata analisi dei rischi, gli interessi dell’erario e della collettività.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In aeroporto con oltre 31mila euro non dichiarati: nei guai due passeggeri

TrevisoToday è in caricamento