rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca Casale sul Sile

Acque reflue nel Sile, sotto sequestro cantiere navale a Casale

la Guardia di Finanza di Venezia ha posto sotto sequestro un cantiere navale a Casale sul Sile. Il sito riversava nel Sile le acque reflue di lavorazione

Un cantiere navale sequestato e il suo responsabile denunciato. E' l'esito di un'operazione della guardia di finanza di Venezia, denominata "Alcione", a Casale sul Sile.

Da tempo le fiamme gialle lagunari stanno setacciando la laguna e i corsi d'acqua per scoprire abusi demaniali ed edilizi e violazioni ambientali. Ad oggi i controlli sono stati quaranta, molti dei quali con esito positivo.

Tra questi quello in un cantiere navale di Casale sul Sile, al quale sono stati posti i sigilli per gravi violazioni ambientali.

Il sito svolgeva lavori di manutenzione, riparazione e demolizione di imbarcazioni utilizzando un terreno del tutto privo di sistema di raccolta delle acque reflue di lavorazione. Liquidi contaminati che venivano riversati direttamente sul terreno e quindi nel fiume, insieme ai reflui che finivano direttamente nel Sile attraverso uno scarico non autorizzato.

Le fiamme gialle hanno posto sotto sequestro anche notevoli quantità di rifiuti, fra i quali residui di sabbiatura di scafi, vernici, materiali provenienti da smantellamento e riparazioni di imbarcazioni e parti meccaniche di motori, tutti abbandonati sull'area e sul greto del fiume, a due passi dal Parco del Sile.

Di abusivo, tuttavia, non c'era solo la discarica: nell'operazione sono stati pignorati otto piccoli edifici privi di autorizzazione e adibiti a magazzini e uffici.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acque reflue nel Sile, sotto sequestro cantiere navale a Casale

TrevisoToday è in caricamento