Lavori di manutenzione in un'azienda agricola, operaio resta folgorato

Grave incidente sul lavoro a Caprino Veronese. L'uomo, un operaio 49enne dipendente di un'azienda edile trevigiana, stava effettuando una gettata di cemento ed è scivolato su una gabbia metallica, messa sotto tensione da un cavo elettrico. Nel pomeriggio incidente sul lavoro anche a Maser

I carabinieri di Caprino veronese

Incidente sul lavoro nella mattinata di oggi, lunedì, nel veronese. Un operaio di 49 anni, residente a Riese Pio X, dipendente di una ditta edile di Treviso, incaricata di svolgere alcuni lavori di manutenzione all’interno di una azienda agricola di Caprino Veronese, nella frazione di Boi, rimaneva folgorato da una scarica elettrica, riportando lesioni agli arti superiori. L’uomo, mentre effettuava una gettata di cemento, era scivolato ed aveva appoggiato le mani sulla gabbia metallica delle fondamenta, la quale era stata inavvertitamente messa sotto tensione da un cavo elettrico, utilizzato come prolunga per gli utensili degli operai, risultato danneggiato. Fortunatamente, al contatto con la struttura metallica, si è azionato il salvavita che ha immediatamente interrotto il flusso di corrente. L’uomo è stato prontamente soccorso dai colleghi dell’impresa edile e dai proprietari dell’azienda agricola che hanno chiamato i soccorsi.

Sul posto, oltre ai vigili del fuoco di Bardolino, è intervenuto personale del 118 che, attraverso l’eliambulanza, ha provveduto a trasportare il ferito presso l’ospedale di Verona Borgo Trento dove si trova tuttora ricoverato, in prognosi riservata ma non in pericolo di vita. Gli accertamenti sul luogo del fatto sono stati eseguiti dai Carabinieri di Caprino Veronese, unitamente ai tecnici dello Spisal della Asl 9 Scaligera.

WhatsApp Image 2020-07-06 at 15.58.42-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un incidente simile è avvenuto, poco dopo le 14.30, a Maser, presso l'azienda "Isoplan" di via Fermi, 4. Un operaio di 54 anni, S.P. di Riese Pio X, ha inavvertitamente spinto una piattaforma in metallo su cui stava lavorando (si stavano eseguendo dei lavori di tinteggiatura) contro i fili dell'alta tensione: ustionato gravemente sia lui che il fratello che si trovava con lui. Il ferito più grave è stato soccorso da un'ambulanza del Suem 118, trasportato in pronto soccorso all'ospedale Ca' Foncello di Treviso e poi trasferito in elicottero al reparto Grandi Ustionati di Padova. Lesioni meno gravi per il fratello, M.P., di 49 anni, intervenuto in suo soccorso. Sul posto intervenuti anche i carabinieri di Pederobba e gli ispettori del nucleo Spisal dell'Ulss 2.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Elezioni in Veneto: guida al voto per Referendum, Regionali e Amministrative

  • Omicidio di Willy, l'autore del post razzista è uno studente trevigiano

  • Un caso di Covid-19 all'asilo, in quarantena tre classi e una maestra

  • Truccavano gli esami di guida, autoscuola trevigiana nella bufera

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento