menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caramelle e patatine al Prosecco: il caso arriva in Parlamento

La senatrice trevigiana di Fare Patrizia Bisinella ha presentato un'interrogazione dopo il caso della commercializzazione dei prodotti in UK

TREVISO «È evidente che non si sta facendo abbastanza per tutelare il Prosecco, un prodotto simbolo della provincia di Treviso e dell’agroalimentare Made in Italy. Gli ultimi casi riportati dalla stampa di caramelle e patatine che hanno nel nome la dicitura Prosecco non sono che gli ultimi di una lunga serie di contraffazioni e di utilizzi impropri del nome del tipico vino trevigiano». A parlare è la senatrice trevigiana di Fare Patrizia Bisinella, che ha presentato un’interrogazione parlamentare ai ministri dell’Agricoltura e dello Sviluppo economico.

Questo anche dopo aver appreso, oltre che delle patatine, anche di caramelle gommose al Prosecco commercializzate in Gran Bretagna dalla grande distribuzione che riportano impropriamente la parola Prosecco nel marchio. Con l’interrogazione ai ministri Bisinella intende sapere «quali azioni intendano intraprendere per evitare la contraffazione e l’utilizzo improprio del nome di un vino che peraltro sta conoscendo ampi margini di crescita e di sviluppo». «Si tratta di un fenomeno che va tenuto sotto controllo – conclude Bisinella - evitando di far gravare sugli stessi consorzi di tutela e quindi in definitiva sui produttori i costi per difendere in sede giudiziaria il proprio lavoro».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Malore dopo la vaccinazione, 57enne ricoverato in ospedale

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento